p 38 lighting

Vendo riproduzione in scala 1/4 del famoso bombardiere della seconda
guerra mondiale P38 lighting, completamente costruito a mano.
Altissima definizione dei particolari.
Reply to
mod
Loading thread data ...
A parte che era un cacciabombardiere e non un bombardiere, e che si scrive "Lightning" e non "Lighting"...
Lighting = Illuminazione Lightning = Fulmine
C'è differenza.
Comunque, descrivere un po' di più non sarebbe male... Apertura alare, materiali, motorizzazione...
-- Piero "Giops" Giorgi
formatting link

Reply to
Piero 'Giops' Giorgi
vuoi dire che è un modello dinamico in scala 1/4??? naaaaaaaaa nn ci posso credere!!!...secondo me è statico!!
bye
Reply to
mau.flor-nospam
Non lo so, e quindi chiedo. Niente di strano, comunque, io ho costruito (e volato) un P-51 con 4.5 metri di apertura alare. Un p-38 in scala 1:4 dovrebbe avere circa 4 metri di ali. Fattibilissimo
-- Piero "Giops" Giorgi
formatting link

Reply to
Piero 'Giops' Giorgi
Hai trascurato un particolare piuttosto importante. Con tutti quegli accessori... quanto pesa?
Non è un dato di secondaria importanza
Reply to
Piero 'Giops' Giorgi
Scusate per la mia ignoranza, la lingua inglese non l'ho mai digerita e non sono un grande esperto di aerei, io costruisco imbarcazioni militari, elicotteri, e barche a vela. Il p38 l'ha costruito principalmente mio patre, io ho contribuito alla realizzazione delle parti meccaniche, idrauliche di frenatura, e all'elettronica.
Apertula alare di 4Mt. Lunghezza totale di 3Mt. Predisposto per i due motori, che non sono mai stati installati e per i servocomandi Accessori Funzionanti: carrelli retrattili, portelli sincronizzati, Freni a disco pneumatici, simulazione sparo, luci di segnalazione, luci d'atterraggio, carico carburante dalle ali conindicatore di livello, movimento volantino e pedaliera sincronizzati,cicalino carrelli fuori tutto. La livrea scelta, appartiene al P38j del comandante Pappy Cline del 431° stormo cacciabombardieri che opero nel sudpacifico contro i giapponesi. Se volete dargli un occhiata è visibile sul sito
formatting link
nella sezione STUDIO, LABORATORIO. Spero di aver scritto tutto giusto.....
Reply to
mod
metto il link corretto:
formatting link
ma allora vola davvero, nn è statico!!!..... immagino che per pilotare un "mostro" del genere ci vogliano i "cosidetti" cubici !!! ;-) complimenti!!
Reply to
mau.flor-nospam
Non credere. Ci vuole coraggio a tirarlo su, ma solo per la paura di romperlo e per quanto pericoloso può essere. Il mio P-51 volava talmente stabile che era più facile pilotare quello che un trainer da 1.6 metri.
Più grande è il modello, più facile è pilotarlo.
Infatti, un aereo da turismo VERO vola molto meglio se non si toccano i comandi.
Reply to
Piero 'Giops' Giorgi
Piero 'Giops' Giorgi ha scritto:
Io ne so un'altra: modello grande = BOTTO GROSSOOO !!!!!!!
;-)=))))
Peppe.
Reply to
peppe46
Dovresti vedere il cratere che ha lasciato il mio P-51 quando un tordo ha acceso la sua radiolina sul mio canale durante un passaggio a volo radente...
-- Piero "Giops" Giorgi
formatting link

Reply to
Piero 'Giops' Giorgi
Confermo in pieno che modello più grande=più facilità nel pilotaggio
Volevo però aggiungere che il P38 non è un cacciabombardiere, ma un caccia, a volte definito a lunga autonomia, a volte definito caccia pesante (definizione in voga negli anni '30), non a caso è stato il primo caccia a scortare i bombardieri su berlino Ciao Elios
"Piero 'Giops' Giorgi" ha scritto nel messaggio news:40c70287$ snipped-for-privacy@news.scardovi.com...
Reply to
Elios
Thank you.
Il P-38 è stato utilizzato diverse volte per bombardamento leggero, attacco al suolo e bombardamenti su navi. Chiedetelo a mio nonno Luigi Giorgi, che dalla MZ801 ne ha abbattuti 2 mentre bombardavano la nave che lui comandava. (Articolo apparso sul libro "I muli del mare")
Quindi chiamarlo cacciabombardiere non è del tutto sbagliato. Originariamente, però, nasce come caccia.
Adesso è usato nelle agre di Pylon, e il più celebre pilota delle gare che si svolgono a Reno (Nevada) si fida talmente tanto del suo P-38 che fa le virate a coltello toccando a volte con l'ala i cespugli di salvia selvatica.
-- Piero "Giops" Giorgi
formatting link

Reply to
Piero 'Giops' Giorgi
oh! non me ne passate neanche una.... quanto pesa non lo so. se qualcuno e interessato a farlo volare, può venirmi a trovare, e valutare se è stato costruito in maniera adeguata e se non pesa troppo! io piloto solo piccoli aerei, elicotteri e barche. Di modelli cosi grossi nonsaprei da dove partire.
Reply to
mod
In effetti qualche missione da attacco al suolo l'ha fatta soprattutto in sicilia nel luglio '43 prima dello sbarco, ma il suo uso è stato quasi esclusivamente come caccia a lungo raggio, soprattutto nel pacifico (abbattimento yamamoto) usato da assi come dick bong (40 abbattimenti tutti con P38) oppure ha trovato largo impiego come ricognitore,(vedi saint-exupery) ha fotografato tutta l'italia nel '45. e le nostre cartine topografiche anni '60 derivavano anche dalle sue foto. Però tutti i cultori di modellismo statico lo definiscono solo e solamente un caccia. Ciao Elios "Piero 'Giops' Giorgi" ha scritto nel messaggio news:40c711cb$ snipped-for-privacy@news.scardovi.com...
Reply to
Elios
Dirigibile! dirigibile!!!!! oddioooooooo, oddio! ho visto sul sito che ne hai uno in progettazione per riprese aeree!!!! è un po' che sto cercando di farne uno anche io! saresti così gentile da dare qualche informazione a uno che ormai si è respirato tanto elio inutilmente da rischiare di staccarsi da terra?
di che materiale il pallone? che dimensioni? da interno o da esterno? che motorizzazione? e dulcis in fundo......che elettronica?
grazie Maestro se vorrai dedicarmi un minuto del tuo tempo, ho visto quello che fai sul sito e mi sa che sei davvero bravo! peccato tu non abbia fatto una gallery dove poter ammirare in dettaglio le tue creazioni! p.s. ma allora esistono anche i modellisti professionisti! incredibile, un hobby che diventa lavoro, lascia che te lo dica, sei un privilegiato!
Reply to
Enrico
Ho trovato un costruttore di palloni areostatici a bologna, ma non l'ho ancora contattato. le dimensioni del dirigibile sono di circa quattro metri di lunghezza e un metro e venti di diametro. alloggerà quattro motori elettrici con rotazione di 270° due teste rotanti che conterranno le due micro camere, tutto con trasmettitori ad alta frequenza che manderanno il segnale a terra. Il pallone è auto portante e sgonfiabile, l'elio viene recuperato da una macchina "crea vuoto". Di più non ti posso dire, il progetto è ancora depositato nelle mia testa! I miei modelli si possono vedere nel mio studio che è anche la mia casa. Tel. 0229537259 o Email snipped-for-privacy@oversizesrl.it Fabrizio
Reply to
mod

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.