Update batteria pb era Batteria morta

Casomai vi capitasse una batteria che dopo qualche mese ferma sembranon
riprendersi più...csì ho salvato la mia.
Da 1Ah iniziale (8.5Ah nominali al gel sigillata è una yuasa, quella della
R1 R6 del cbr e della hornet) sufficiente per 2 partenze tramite cariche e
scariche rapide (4.5A) sono arrivato 4Ah, dopo 3 giorni a 15.5V fissi e
qualche punta a 16,5 (tenendo sotto controllo l'ebollizione dell'acido) ora
in scarica fornisce 6.8Ah con cutoff a 11.8.
Che dire, per avere 3 anni mi è andata benone (alla faccia di tutti quelli
che volevano farmi spendere 150? per cambiarla...ci fosse stato uno che mi
avesse dato nua speranza, per fortuna che sono un testardone :-).
Ingo
Reply to
Ingo
Loading thread data ...
Ingo ha scritto:
Io ti avevo detto di provare a farla bollire. Non che ci sperassi molto, comunque meglio che sia andata così. Tanto per dire quanto a volte le cose vanno al contrario di come dovrebbero, un amico aveva sull' auto una batteria coi vasi ispezionabili, ad un certo punto non va più, apriamo i tappi e manca liquido fino a quasi in fondo, aveva sei anni e non la aveva mai rabboccata, figurati. Abbiamo ripristinato il livello con acqua distillata, anche se la davamo per morta, tutti dicono che le piastre scoperte sono irrimediabilmente compromesse, ed invece si è ripresa ed è durata ancora qualche annetto. ciao Danilo
Reply to
gnat
Come hai fatto a recuperarla? Qualche suggerimento? Forse mi puoi dare qualche consiglio per cercare di recuperarne una Ho una lampada di emergenza con una batteria al piombo da 6V
La lampada ha meno di un anno e no n è entrata quasi mai in funzione Ora non sembra caricarsi piu' Il circuito di carica è funzionante (c'è semplicemente un diodo che provvede alla ricarica) Ho provato inoltre a sostituire la batteria con quella di un'altra lampada e tutto funziona Acquistare la batteria nuova costerebbe piu' della lampada e quindi non ha senso... come posso provare a recuperarla?
Reply to
Marcello
e a autoscarica come e' messa? come ti dicevo e' l'unico difetto saltato fuori alle mie recuperate... ma io non ho dato botte iniziali magari l'autoscarica e' dtata da pezzi solfatosi in giro....
Reply to
Sax
finalmente un po di positività! ;-P cmq grazie per il cosiglio come vedi è stato utile (tra l'a ltro sei l'unico checoncordava cno la procedura trovata su un libro specializzato sulla chimica dlelle batterie che ho qui) ingo
Reply to
Ingo
rileggi il post va.... cmq carichi normalmente e po i overvolt a 2.6V finchè non smette di bollire. ingo
Reply to
Ingo
non saprei, in 3 giorni non ha pratricamente perso carica (passata da 13.197 a 13.191V ma considera che era appea caricata un calo è normale) oggi dopo 4 giorni dall'ultima carica sta a 13.250, continuo a rompergli le balle finchè arriva almeno a 13.5, meglio i canonici 13.8, anche se già caosì va strabene. l'autoscarica non mi spaventa, ho deciso che metto un carichino in garage e ci attacco la batt con un jack apposito. non è la prima batt chemi si sputtata perl'inverno ferma. ingo
Reply to
Ingo
Ingo ha scritto:
Ti spiego il motivo della mia "positività". Quest' inverno faccio revisionare la mia Xsara, il meccanico mi dice che la batteria è solfatata, infatti dopo un paio di settimane incomincia a fare scherzi, per fortuna ho i cavi a bordo, e carico al volo nel bagagliaio la batteria da campo per i modelli, che è una 50 Ah. Dopo due settimane salta anche quella della Fiesta di mia moglie, il punto è che le due auto viaggiano in città, max dieci km ognuna al giorno, siamo in inverno con sempre i fari accesi, quindi faticano a ricaricarsi e a bordo ci sono moglie e figli, avanti e indietro per scuole e asili. Ovviamente non potevo pretendere di mandare in giro la moglie con i cavi e la batteria di emergenza, e ricaricare di notte cercando di recuperare le batterie, quindi discarica. Non avevo pensato al fatto che tu parlavi di moto, la batteria scarica non ti obbliga a chiamare il carro attrezzi, sicuramente qualche esperimento in più te lo puoi permettere. ciao Danilo
Reply to
gnat
veramente se rileggi bene ho detto e ripetuto che sono bloccato in casa e ho tempo da buttare sulla batteria. grazie per i consigli, ora fallo sulle tue batterie vecchie per prova no? così vediamo se il mio è un caso. Cmq la moto con la batt a terra spesso è da carro aattrezzi... la Sv 650 col cavolo che partiva a spinta, nemmeno in due ci siamo riusciti (era anche finita la strada) le harley che te lo dico a fare, nemmeno in 4a e in tre ci siamo riusciti... la Hornet 900 stranamente riesco a farla partire da solo in 2a, ma infatti ha 4 cil e una compressione bassa, le bicil sono veramente toste da far parteire.. Vabbò, buonanotte. ingo
Reply to
Ingo
Ingo ha scritto:
Si sono stato un po sbrigativo nello scrivere, il fatto che sulle mie auto ci circolano moglie e figli, e non devono mollare, altrimenti mi arriva subito una telefonata e devo correre.
Già buttate, troppo sporche di acidi e sali, non avevo bisogno di riutilizzarle per altri scopi, troppo pesanti da portare in campo, e ne ho già una bella grossa, da 50 Ah, sigillata, che non rischia di perdere acido nel bagagliaio.
anche qui sono stato sbrigativo nello scrivere. ciao Danilo
Reply to
gnat
Ingo ha scritto:
dopo 3 giorni a 15.5V fissi e
Mi sono ricordato di una cosa, tu hai fatto bollire, credo tutti gli elementi, il motivo per cui si fa questo è rimescolare l' acido, dato che è più denso dell' acqua tende a depositare sul fondo e come effetto si ha riduzione di capacità, dato che le piastre lavorano solo in basso. Il problema della bollitura è che solleva anche i fanghi e le pagliuzze di piombo cadute sul fondo, quindi potrebbe fare cortocircuiti sugli elementi, ma dato che la batteria l' avresti buttata, hai fatto bene a farlo, e probabilmente hai fatto l' unica cosa sensata in questo caso. ciao Danilo
Reply to
gnat

Site Timeline

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.