Batteria piombo 12v...

Ciao,
vorrei sapere un po' di informazioni sulle batterie 12v a secco. Nel mio
caso ne ho una usata da 7,2 AH, che però ha una tensione residua di 5,2v .
E' ancora rianimabile? Con che tensione e corrente la posso caricare?
Grazie e ciao.
Reply to
Jack_
Loading thread data ...
Ciao io ho recentemente utilizzato il Triton per ricaricare la batteria di una moto (12v, circa 7A) che sembra molto simile alla tua. Era completamente a terra.
La tensione di carica non la ricordo perchè l'ha stabilita il triton, l'amperaggio mi pare fosse inferiore al 1/10 della capacità, per una carica completa programmata in circa 20 ore. Risultato perfetto, batteria caricata alla grande.
ciao
"Jack_" ha scritto nel messaggio news:bpsu98$43n$ snipped-for-privacy@news.newsland.it...
Reply to
Bert Il Celtico
Ma la tua è una batteria a secco? Io volevo proprio sapere la tensione e corrente di carica, che per la batteria a secco non è la stessa della batteria con acido. Ciao.
Bert Il Celtico ha scritto:
Reply to
Jack_
La devi caricare a 13,8 volt e a una corrente di circa 500 mA va benone. Se non sai come fare per regolare la corrente fai così. Devi mettere in serie alla batterie ( o sul ramo +, o sul ramo - è lo stesso) una lampadina a 12 volt 5 W, che non è altro che quelle a siluro che sono nelle plafoniere delle macchine. 5/12=0.430 mA circa e quindi và benone. Non è uma mia invenzione ma veniva già adottato durante la seconda guerra mondiale non mi ricordo da chi per ricaricare le batterie dei TX da campo portatili. Praticamente la lampadina fà da regolatore Com questo sistema puoi benissimo lasciarla in carica quanto vuoi essendo sicuro che non si sovracarica danneggiandola.
Jack_ ha scritto:
Reply to
axupisa
Mentre era fermo al semaforo, axupisa prese il suo portatile e scrisse:
Ciao, anch'io ho una 12v a secco da 7A che uso per l'avviatore. L'ho ricaricata un paio di volte con un alimentatore da 13,8V e 3-4A. mi rendo conto che l'amperaggio è elevato ma la batteria quando è sotto carica non scalda per nulla eppure si ricarica molto bene. Pensi che si possa rovinare con il tempo?
Reply to
KaOne
Le batterie comunemente dette a secco in realtà non lo sono ma al posto dell'acido c'è una gelatina a base acida, questo dovrebbe essere in grado di non emettere vapori durante la carica , anche se non sempre è così, basta leggere le etichette allegate alle batterie per rendersene conto. Per quanto riguarda la durata ricaricandola direttamente senza una limitazione ovviamente accorcia la vita della stessa ma mentre per un altro genere di batterie vedi nichel quelle al piombo-gelatina è meno critico. Io ho un paio di 12V 7 aH che carico bene regolando la corrente e sono sempre li funzionanti da 8 anni mentre la batteria da 24 Ah che tengo in parallelo all'alimentatore da 60 Ah quella regolarmente dopo 2/3 anni muoie.
Jack_ ha scritto:
> Ma la tua è una batteria a secco? Io volevo proprio sapere la tensione e > corrente di carica, che per la batteria a secco non è la stessa della > batteria con acido. > Ciao.
> Bert Il Celtico ha scritto:
> > Ciao > > io ho recentemente utilizzato il Triton per ricaricare la batteria di una > > moto (12v, circa 7A) che sembra molto simile alla tua. Era completamente a > > terra.
> > La tensione di carica non la ricordo perchè l'ha stabilita il triton, > > l'amperaggio mi pare fosse inferiore al 1/10 della capacità, per una carica > > completa programmata in circa 20 ore. > > Risultato perfetto, batteria caricata alla grande.
> > ciao
> > "Jack_" ha scritto nel messaggio > > news:bpsu98$43n$ snipped-for-privacy@news.newsland.it... > > > Ciao, > > > vorrei sapere un po' di informazioni sulle batterie 12v a secco. Nel mio > > > caso ne ho una usata da 7,2 AH, che però ha una tensione residua di 5,2v
Reply to
axupisa
Ciao,
credo che non sia a secco ma quelle chiamate "piombo gel". Io le uso anche per lavoro e adotto una carica a 15V con corrente di carica max 1/4 di quella della batteria. Uso un alimentatore limitato in corrente perciò è semplice. Tieni conto che alcune hanno 4 anni e subiscono cariche e scariche settimanali. Questo tipo di batterie non tollerano le scariche "profonde" e si rovinano, lo capisci quando gli dai 15V e non carica. Una volta mi è capitato che una ha avuto delle perdite di liquido nella parte superiore e nella carica era tiepida, ovviamente l'ho fatta smaltire. Tempo fa ne avevo una di quele piccoline (1,3 A) e sull'involucro c'era scritto precisamente che andava caricata al max con 250mA e con tensione compresa tra i 14,4 e 15V. Ho visto che quelle di backup (2x12V) montate nelle centraline antincendio vengono tenute a 27-27,5V come carica.
Ciao
Ale
-- ----------------------------------------------------- Alessandro Kosoveu IW3SGT - IV3-2161/TS Via San Michele n.24 34124 TRIESTE - ITALY e-mail (togli, remove, cava via, scancela OINK): snipped-for-privacy@libero.it home pages:
formatting link
"KaOne" ha scritto nel messaggio news:bpv749$1s0d7e$ snipped-for-privacy@ID-133647.news.uni-berlin.de...
Reply to
Ale
Jack_ ha scritto:
Allora: 12 volt sono 6 celle, per le piombo gel vanno caricate a 2,25 volt per elemento, se sono ad acido libero puoi arrivare a 2,4. Corrente: un decimo della capacità dichiarata, es, 7,5 Ah = 750 mAmpere per circa 12 ore, ammettendo che sia sacarica, comunque con 2,25 v la puoi lasciare in tampone anche per parecchio di più. Comunque sotto i 2 volt per elemento la batteria è andata, se tu hai un valore così basso..... parlavi di 5 e rotti mi pare. Prova comunque a rimuovere la piastra di copertura, potresti trovare dei tappini di gomma e scoprire che mettendoci dell' acqua distillata la rianimi. E' già capitato, ovviamente non sarà il massimo, ma magari la salvi, anche se le piastre sono scoperte senza acido. Va bene la limitazione con lampadina, ma tutto sommato anche una resistenza, oppure il circuito apposito riportato sul data sheet dell' LM 317, verifica però che l' alimentatore rispetti il valore max di 2,25 x 6. ciao Danilo
Reply to
Danilo_

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.