Di nuovo su Triton e carica batterie al piombo

Volevo solo aggiungere al mio post precedente (triton e betterie al piombo)
che nemmeno con una batterie da 12v 7A il mio Triton carica a correnti
superiori a 0,5A nonostante dovrebbe, almeno secondo il manuale (ed infatti
e' impostabile come valore).
C'e' nessuno che ha il Triton che serebbe cosi' gentile da fare una prova?
Il Zott... tu ce l'hai vero? :-))
--
Ciao da Marco m&m.
snipped-for-privacy@libero.it
Reply to
Marco m&m
Loading thread data ...
ciao si io ho il triton, ma le pile delmono pattino le carichi direttamente sui morsetti o passi per qualche ciruito ? perche nella seconda ipotesi potrebbe essere che il regolatore non riesce a capire lo stato delle pile e carica pochissimo... ma se le carichi direttamente portebbe essere che le pile sono rovinate, il filo per la ricarica è bello grande? ho notato che se usi fili abbastanza fini ha difficolàta a caricare con correnti alte.... comunque mi pare che le pile al biomo sigillata (quelle che usiamo noi per gli starter) non amano essere caricate con correnti molto alte... la carica ottimimale mi pare sia 1/10c. ciao
Reply to
il Zott
Io lo uso regolarmente per caricare la Pb gel del mio avviatore (12v 3,4A).
Ho notato che carica alla corrente che gli dico io solo dopo una prima fase (qualche minuto) di adeguamento. Sono riuscito a caricare anche a 2A, oltre non vado per non rovinare l'accumulatore che è di modeste dimensioni.
Prova con un'altra sorgente (magari è quello il problema) e poi prova a caricare un altro accumulatore.
Ricorda comunque che se non erro la carica delle Pb non è a corrente costante quindi per quanto il Triton ci permetta di settare la corrente di carica questo parametro rimane un riferimento solo sulla massima corrente che il caricatore potrebbe erogare in presenza di accumulatori completamente scarichi e in ottimo stato. In passato avevo infatti letto che la corrente di carica di un caricatore Pb è una funzione della resistenza interna che varia al variare della tensione (e quindi della carica e dello stato delle celle).
Ciao, ReX
Reply to
ReX
"ReX" ha scritto nel messaggio
Esatto, gli accumulatori al Piombo si ricaricano a tensione costante con limitazione per la corrente corrente massima. Quindi non è detto che sia possibile far scorrere la corrente che vogliamo noi, è la batteria stessa che arrivando in prossimità della fine carica autolimita la corrente assorbita.
Bye
Reply to
Anonymous
Grazie per la conferma, vale a dire che la mia memoria è buona quando non si tratta di qualcosa da studiare :-D.
Ciao, ReX
Reply to
ReX
"il Zott" ha scritto nel messaggio news:cl3rk8$au5$ snipped-for-privacy@lacerta.tiscalinet.it...
Per esserne sicuro dovrei aprirlo ma mi pare siano collegate direttamente. Ad ogni modo ho provato a caricare quella al gel da 12v 7A che uso (raramente di solito, e' il dito) per l'avviatore e la caricava a 0,6a. Probabilmente, letti anche gli altri reply, c'e' una inesattezza nel manuale che dice che la carica al piombo avviene a tnsione costante e corrente costante. Pensandoci bene cio' e' errato. Come per i normali caricabatterie da officina (e io dovrei saperlo visto che sono meccanico) la tensione e' costante ma la corrente dipende dalla resistenza che aumenta man mano che la batteria si carica. In effetti l'accumulatore dell'avviatore l'ha caricato a 0,6A ma ci ha schiaffato "dentro" solo 750mAh perche' probabilmente era gia carica. Un'ultima cosa. Sul manuale a pag 5 si legge: "non superate il voltaggio di 14,7V per batterie (al piombo) con tensione nominale di 1-2v" Che vuole dire secondo te? Posso caricare anche quella della candela da 2v? Non credo...
Grazie della risposta
-- Ciao da Marco m&m. snipped-for-privacy@libero.it
Reply to
Marco m&m
"ReX" ha scritto nel messaggio news:Vtgdd.15405$ snipped-for-privacy@tornado.fastwebnet.it...
completamente
Come gia' risposto a Zott probabilmente e' un errore del manualer che parla di tens costante e corrente costante. La corrente, come dici tu, varia al variare della resistenza e quindi dello stato di carica. Grazie dei chiarimenti...
-- Ciao da Marco m&m. snipped-for-privacy@libero.it
Reply to
Marco m&m
">" ha scritto nel messaggio news:HUgdd.61973$ snipped-for-privacy@news3.tin.it...
Grazie anche a te. Quindi la fine carica la calcola sulla riduzione di amperaggio di carica?
-- Ciao da Marco m&m. snipped-for-privacy@libero.it
Reply to
Marco m&m
Esatto, finisce la carica quando la corrente diventa prossima allo 0.
Ciao, ReX
Reply to
ReX
Prego ;-). Il manuale non mi piace tanto perchè per spiegare una procedura molto facile ci mette tempo ma tralscia poi alcuni particolari.
Ciao, ReX
Reply to
ReX
"Marco m&m" ha scritto nel messaggio
Si, il procedimento di ricarica per le batterie al piombo è praticamente identico a quello delle batterie ai polimeri di litio. La corrente massima di carica deve essere impostata ad un valore non superiore a C/3 se non vuoi danneggiare la batteria, quindi si applica una tensione fissa pari al valore di fine carica, p.e. 13.8Volt per una batteria da 12Volt. Il caricatore fornisce tutta la corrente richiesta dalla batteria e se questa supera il valore massimo impostato abbassa la tensione di carica fino a raggiungere l'equilibrio, in questa fase la carica è a corrente costante, non appena la corrente comincia a scendere sotto il valore massimo il caricatore alza la tensione fino a raggiungere il valore massimo previsto, in questa fase siamo a tensione costante. Quando la corrente arriva sotto i 100 mA si può ritenere la batteria carica e si può staccare, molti caricabatterie non staccano la tensione perchè lasciano la batteria in tampone, la corrente arriva da solo a meno di 10mA, il Triton invece stacca ma tenuto che l'autoscarica delle batterie al piombo è molto bassa questo non è un problema. Una nota tecnica, mentre per le batterie al piombo la carica in tampone non solo è consentita ma è addirittura consigliata per i polimeri di litio non si deve fare assolutamente altrimenti si va in overcharge con il rischio reale di esplosioni.
Bye
Reply to
Anonymous

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.