Rivestire un ala.

Qualcuno mi aiuta a rivestire un ala ?
Non so come fare e da dove iniziare.
Quali materiali devo utilizzare? ( oracover ecc..)
Grazie a tutti
Reply to
Quietriot
Loading thread data ...
"Quietriot" ha scritto
quali sono le caratteristiche dell'ala? (dimensioni, materiali, centinata o meno,...)
-- Simone
Reply to
§imone
§imone ha scritto:
Bene , sempre più sintetici, il modello che sto facendo lo copro col nylon aviomodelli, si danno due mani di tendicarta sullo scheletro, poi il nylon bagnato e ben teso e si impregna di tendicarta, poi si rifila e si impermeabilizza con alcune mani di tendicarta. Ma forse lui vuole usare materiali moderni, sicuramente sono più comodi, si tagliano, dispongono sullo scheletro e si fissano col ferro da stiro, ovvio che bisogna trovare la temperatura giusta, eglio mpartire dal basso e poi se non basta scaldare il ferro di più, la temperatura giusta è quella che raggrinza un ritaglio appoggiato sul ferro. A proposito ha il ferro? io uso un ferro da stiro da viaggio, ma è meglio uno di quelli apposta, hanno un termostato migliore. I risvolti devono guardare indietro, mica che l' aria li gonfi e stacchi. per le parti con doppia curvatura, tipo i terminali alari, la tecnica è di scaldare il materiale senza che questo tocchi la struttura, tirandolo, in modo che ritirandosi vada ad appoggiarsi sopra senza grinze. sul pieno si possono formare bolle, uno spillo risolve tutto. Ciao Danilo
Reply to
danilo_
Dunque... è vero che non ho dato delle delucidazioni in merito. SI tratta di 1330mm di ala alta centinata di un bimotore Victor68C della Partenavia. ( scatola Graupner tutta in balsa tranne l'ala da ricoprire.) Volevo qualcosa di robusto.... ma non ne ho mai fatti di aerei, e sono a digiuno completamente. La scatola lo ricevuta in regalo a fronte di un lavoro...... Sono impaziente di cominciare ma non vorrei fare cavolate irreparabili. Grazie a tutti voi che mi aiutate. Andrea !
Reply to
Quietriot
Quietriot ha scritto:
non conosco il modello, comunque sia che abbia le ali centinate senza ricopertura in balsa, oppure con ricopertura anche parziale, direi che il risultato migliore lo ottieni con Oracover. Il Solarfilm, più leggero e sottile, è più difficile da applicare specie per chi non lo ha mai fatto prima. La superficie deve essere liscia, ma non preparata in modo particolare. Per come applicarlo, su un vecchio numero di Modellismo (non ricordo quale) veniva spiegato per filo e per segno il metodo più usato. Cercando di riassumere: servono un ferro da stiro (possibilmente un ferretto apposito per questi lavori, ma va bene anche un normale ferro, con la precauzione di individuare la temperatura ideale, che in genere è quella relativamente bassa utilizzata per stirare i tessuti sintetici) ed un asciugacapelli (o una pistola termica, nel qual caso va regolata circa a metà potenza o meno). Si riveste prima il ventre poi il dorso, salvo necessità differenti da valutare caso per caso (esempio due colori uno dei quali non copre l'altro, forme particolari), l'importante è che le zone di sovrapposizione siano "a favore di vento". Questi accorgimenti sono spiegati nel foglio di istruzioni che accompagna il rotolo . Si ritaglia una pezza della dimensione della semiala, la si appoggia sopra, e si comincia ad applicarla col ferretto partendo dai lati (solo tre su quattro). Successivamente con l'asciugacapelli si tende per bene la parte centrale, aiutandosi con una mano (magari con un guanto, ci si scotta!). Eventali zone lasche o grinze saranno eliminate quando anche l'altro lato dell'ala sarà stato rivestito, facendo una passata finale magari con ferro ed asciugacapelli regolati su temperature leggermente superiori. Attenzione: ho riassunto molto l'argomento, e se ti sembra difficile ti dirò che fare un buon lavoro senza grinze forse lo è ancor di più di quello che pensi!!!! Specialmente se non lo hai mai visto fare. Il consiglio è sempre quello: sia per il pilotaggio, che per il montaggio di un kit, chi non ha esperienza deve (ripeto, DEVE) trovare qualche aeromodellista che possa dare un valido supporto. Quindi ti consiglio di individuare un campo di volo, passarci qualche ora, e portare il modello con le istruzioni e sottoporre le tue perplessità a qualcuno. E' l'unica cosa saggia da fare per evitare di buttare soldi e tempo e, soprattutto, per evitare che un hobby divertente ed appassionante si trasformi in una esperienza frustrante.
ciao
-- Simone
Reply to
§imone
Mai parole + sagge. Complimenti hai reso l'idea grazie in anticipo.
Andrea
ricoprire.)
Reply to
Quietriot

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.