Compressore per aerografia: quale fra questi?

Ciao!! Volevo comprare un compressore per aerografia assolutamente non
per scopi professionali :). Ho letto che quelli con serbatoio sui 25
litri che si trovano sui 70-80 euros vanno bene per quello che devo
fare, pero' ho visto anche questi altri che sono quelli senza serbatoio,
per esempio c'e' il valex economico
formatting link

oppure uno simile
formatting link

A parte il prezzo del sito (li si trova a molto meno), come sono per i
miei scopi? Preciso che ci penso a questi due perche' spazio in casa per
un compressorino da 25lt non ne ho :) e i soldi per quelli riciclati da
frigo nemmeno. Altrimenti c'e' un compressorino piccolo con serbatoio
formatting link

se il problema dovessere essere la necessita' di avere un "polmone" per
aerografare. CHe mi dite? qualcuno ha provato i suddetti prodotti con
l'aerografo? Grazie!!
p.s. non lavoro per il sito bricoshop.it, e' il primo link uscito fuori
da google :)
Reply to
Nomad
Loading thread data ...
"Nomad" wrote in message
Il terzo va bene MA....Fa casino come un compressore normale ! Con 6 litri praticamente ogni minuto circa riparte il motore Non pensare di usarlo in appartamento ! O in cantina o se hai una casa isolata allora ok, devi mettere in ultimo il filtro anticondensa. Natale
formatting link
Reply to
Natale Novello
Natale Novello ha scritto:
ciao! Eheh la mia ignoranza mi ha fatto pensare che se una bomboletta di aria compressa da 750 ml mi permette circa 5-6 minuti di lavoro, allora 6 litri erano piu' che sufficienti per una seduta di lavoro (il casino lo immaginavo, ma non cosi' frequente): non sarebbe possibile riempire la bombola, staccare la spina in modo che non si attivi il compressore e finire il lavoro? Scusa la domanda scema, ma non ho proprio idea di come lavori un compressore :) QUindi secondo te un compressore da 25 litri mi darebbe meno "casino"? Ultima cosa: come mai hai scartato gli altri modelli? NOn per nulla, pero' ho visto in giro molti motori di frigo che non hanno la bombola e funzionano, a detta degli utilizzatori, molto bene per l'aerografo. Grazie!
Reply to
Nomad
"Nomad" wrote in message
Allora la bomboletta non contiene aria ma un propellente speciale infiammabile (c'e' scritto) il propellente e' liquido e se fai il calcolo saranno circa 50 o piu' litri di aria. Il compressore ha un pressostato e sopra un pressostato un pulsante nero che ti permette di spegnerlo, per quanto detto sopra con 6 litri fai psssst e sono finiti....
QUindi secondo te un compressore da 25 litri mi
Il casino e' piu' forte ma il polmone si scarica in piu' tempo dato che hai 25 lt
Ultima cosa: come mai hai scartato gli altri
Non dico che il motore in presa diretta (via un regolatore di pressione non funzioni) solo che l'erogazione del compressore come portata litri/min e' molto bassa quini puo' capitare che se vuoi un po + di pressione (dipende anche dalle vernici) non ce la fai. Un appunto va fatto sul compressore da frigo in diretta: Il motore del compressore e' in bagno ad olio e un po di olio esce sempre mischiato con l'aria ergo puo' capitare che ti ritrovi la superficie oleosa. Chiaramente con vernici a base di acquaragia il problema non lo vedi ma con vernici a base di acqua tipo le acriliche potresti avere delle sorprese. Se poi trovi un compressore usato per i circuiti di aria condizionata o banchi frigoriferi allora hai un signor motore che tira il doppio di un motore di frigo Natale
Reply to
Natale Novello
"Natale Novello" wrote in message Dimenticavo, l'uscita diretta di un motore da frigo, non ti da un flusso costante ma un flusso sinusoidale dovuto dalla meccanica delle lamelle della testata che si aprono e si chiudono.... Un serbatoio ti da un flusso costante, certo questa e' una finezza ma a volte (dipende dal tipo di vernice) si diventa matti a capire cosa non va... Spero di essere stato chiaro... Natale
Reply to
Natale Novello
Natale Novello ha scritto:
Ciao! Sei stato precisissimo :) Ultima domanda (spero): aerosol. Immagino che anche per questo valga l'idea dell'aria non costante e forse anche bassa pressione (leggevo da specifica di aerosol tipico che sono sotto il bar), ma pensi che se si attaccasse un tubo da qualche metro (come ho letto in giro) le cose possano migliorare? Secondo quanto hai scritto, potrei avere un compressore che magari ha una pressione fiacca, ma che con certe vernici e miscele mi da un getto piu' forte di altre vernici e miscele? Quindi un aerosol anche se fiacco potrebbe bastare se la vernice/miscela e' adeguata? C'e' qualche accorgimento quindi per "alleggerire" la vernice? La miscela vernice/diluente al 50% e' un buon inizio? (oddio le domande che sono uscite!! puoi anche non rispondere :) ) Grazie!
Reply to
Nomad
"Nomad" wrote in message
Le cose migliorano ma di pochissimo crei un accrocchio veramente infernale per dei risultati veramente SCARSI ! Devi mettere in conto che un compressore (il motore) deve avere anche la forza di vincere la pressione che gli si oppone nell'ipotetico tubo e qui' prevedo lo stallo del motore...In tutti i compressori con serbatoio tra il motore ed il serbatoio c'e una cosiddetta valvola di non ritorno cioé il motore pompa nel serbatoio ma l'aria del serbatoio non puo' tornare indietro in quanto la valvola la blocca, se tornasse indietro ad un certo moomento hai l'equilibrio tra la forza del motore e la forza dell'aria del serbatoio cioe' blocco del motore. Inoltre quel famoso psssst che si sente quando un compressore si ferma e' dovuto al pressostato che appena ferma il motore svuota il tubo che c'e' tra il motore ed il serbatoio per poter permettere al motore di ripartire, se non ci fosse il motore non potrebbe ripartire Secondo quanto
La miscelazione delle vernici e' variabile ma un buon inizio e' il "latte" cioe' aggiungi diluente e quando agitando il contenitore, di vetro, la vernice rimane attaccata alle pareti come fa il latte la miscela e' buona, imperativamente devi filtrare la vernice prima di metterla nel serbatoio dell'aerografo. Inoltre la riuscita di una verniciatura e' subordinata anche allo stato della superficie da verniciare (perfettamente pulita, sgrassata e leggermente rugosa cio' l'ottieni con una passata leggera con paglietta d'acciaio 00000 poi dai il fondo ecc)
A conti fatti prova con un compressore di frigo poi via via se non sei soddisfatto puoi migliorare aggiungendo il serbatoio ed i vari componenti. Occhio a non capovolgere il motore del frigo ! Uscirebe l'olio che e' VITALE per il suo funzionamento Per altri particolari sulle vernici e l'aerografo ti rimando al mio sito
formatting link

Reply to
Natale Novello
Concordo con Natale e aggiungo... fattelo da solo, l'ho fatto con un compressore da frigo e una bombola del gas da 5l da campeggio. La bombola serve solo per fare da polmone ad evitare i problemi descritti da Natale. Ti serve poi in uscita un regolatore di pressione per l'aerografo e una valvola di sfiato di sovappressione per evitare che grippi il compressore, dopodichè te ne dimentichi e lavori per ore col rumore di un frigo (molto piu basso in realtà perchè alvora a pressioni bassissime, il mio quasi non si sente di notte chiuso nell'armadio). Funziona una meraviglia, l'ho usato come compressore fino a 15bar e anche come pompa del vuoto (sono riuscito a far bollire l'acqua sul palmo della mano, una ficata!). Ingo
Reply to
Ingo
"Ingo" wrote in message una bombola del gas da 5l da campeggio. MAI FARE QUESTO E MAI CONSIGLIARLO ! Una bombola del gas ha sempre dei residui ! Dovresti smontare il rubinetto ammesso che ci riesci lavarla molte volte poi riempirla di sabbia e allora si' che puoi saldare i vari componenti e forarla a piacimento. Natale
Reply to
Natale Novello
Dai non fare l'allarmista, comunque meglio chiarire: per evitare con certezza che vi fossero residui l'ho riempita d'acqua (una volta basta, riempita d'acqua il gas non può eserci più), l'odore che resta non è di butano, bensì è l'additivo che mettono nel gas per renderlo facilmente individuabile dal nostro naso (butano e gas vari sono quasi inodore fino a concentrazioni che sono pericolosette). Non devi associare l'odore alla presenza di gas: l'odore resta nella bombola per un bel po anche se la lavi perchè è una molecola della quale captiamo una molecola su un milione di azoto: per un po resta e basta perchè noi siamo molto sensibili e perchè si attacca come la peste a qualsiasi cosa.. Poi non ho fatto nessun buco, ho comprato un portagomma con attacco 1/2 gas quindi tutte queste precauzioni sono state più che altro una debole forma di paranoia. Per fare tutto ho usato un cacciavite piatto una chiave regolabile e un taglierino. Se fate così non vi capiterà niente, ci vogliono 10min a preparare la bombola e 10 per il compressore. Aggiungo che se comprate un regolatore di pressione anzichè un ridutorre è sufficiente montarlo al contrario per fargli da fare da valvola di sovrapressione, così risparmiate. su internet lo vendono a 15euro, in tal caso potete fare a meno della bombola usando u tubo un po piu lungo del normale (diciamo che 3m di tubo bastano e avanzano secondo le mie prove, con aerografo doppio effetto fische) Ingo
Reply to
Ingo

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.