Nome colla bicomponente

Salve a tutto il gruppo.
Ormai le mie esperienze di modellismo risalgono a circa 30 anni fa,
con modelli a volo vincolato. Dopo, per esigenze di
studio/trasferimenti, ho smesso.
Mi ricordo di aver usato all'epoca una colla bicomponente, credo
tedesca, composta da una parte in polvere, e l'altra fluida, da
mischiare in una vaschettina semisferica, presente nella confezione, se
non ricordo male di colore giallo o arancione.
Alla fine, dopo l'indurimento, risultava di colore lattiginoso ed era
molto dura, anche difficile da staccare dalla vaschettina in plastica.
Chi si ricorda che colla fosse? Esiste ancora o è stata ritirata dal
mercato?
Grazie!
Angelo
Reply to
anam
Loading thread data ...
"anam" ha scritto:
Ciao compagno di manetta, anch'io ho smesso da tempo, ma la voglia di tirar fuori i modelli resta.
Non l'ho mai usata, ma mi sembra che fosse prodotta dalla Bindulin
Non ho idea, prova a cercarla sul loro sito.
Repo
Reply to
repo
"anam" .
ciao anam.. "resina epossidica bicomponente", non ne conosco altre e non saprei se ti riferisci ad altro ma le caratteristiche, a parte colore e composizione, sono identiche a quelle che hai descritto. la trovi normalmente un po' ovunque nella confezione doppio siringotto ma se fai qualche ricerca magari nei siti di modellismo o grossisti specializzati la trovi nelle composizioni più svariate. viene tra l'altro usata insieme a tessuto in fibra di vetro per preparare la comune vetroresina, i circuiti stampati, e con opportuni stampi le scocche degli aeromodelli e altro. saluti..
Reply to
rawmode
non so di quel particolare prodotto ma penso sia equivalente (da quello che descrivi) a una colla epossidica bicomponente di facile reperibilita' sia nei negozi di modellistica sia nelle ferramente e negozi di obbistica ciao
cianuro
----- Original Message ----- From: "anam" Newsgroups: it.hobby.modellismo Sent: Thursday, June 11, 2009 5:33 PM Subject: Nome colla bicomponente
Reply to
Cianuro
rawmode ha scritto:
Grazie per le risposte, ma io cercavo proprio quel tipo. Lo so, esistono le bicomponenti in siringa, ma rimangono sempre un po' appiccicose....e leggermente "soft". Quella a cui mi riferisco io potrebbe assomigliare a dello stucco per marmo per intenderci, sia come aspetto che come durezza finale... Grazie cmq.
Buone carteggiate a tutti!
Reply to
anam
Quando le prime colle bicomponente arrivarono in Italia, almeno per uso semi professionale, la si chiamava "Araldite".
Io ebbi modo di lavorarci per fissare specchi a metallo intorno al 1967.
Reply to
Arruba
Quello che cerchi mi sembra si chiamasse Sintolit (araldite) fino a poco tempo fa si trovava nei negozi di ferramenta.
Ciao
Massimo
Reply to
massimo
"anam" .
...........
sì, ho capito, mi sembra di ricordare e mi assomiglia a qualcosa tipo quella che usano i dentisti!!:| (c'è n'è una che usano addiritttura una luce speciale per indurirla) cmq, per la resina, hai ragione, non è del tutto banale prepararla per bene ma ciò credo sia dovuto al fatto che spesso ne serve pochissima e in questo modo non viene miscelata per bene o in parti uguali. Del resto la conosci benissimo, dovrebbe essere quella che trovi sui c.s. o nei trasformatori affogati! non è appiccicosa quella ma effettivamente dà più sulla plastica dura che sul marmo, come consistenza. Ciao...
Reply to
rawmode
Si chiama Stabilit Express ed era della Henkel ora Pattex al "anam" ha scritto nel messaggio news:4a3123da$0$29139$ snipped-for-privacy@read.cnntp.org...
Reply to
alfredo
se e' quella allora la reperibilita' e' semplice.basta ordinarla qui
formatting link

ciao
cianuro
"alfredo" ha scritto nel messaggio news:4a34250b$0$830$ snipped-for-privacy@reader5.news.tin.it...
Reply to
Cianuro
alfredo ha scritto:
Grandi!!!! Si, potrebbe essere quella al 99%!!!!
Grazie mille!
Angelo
Reply to
anam

Site Timeline

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.