[?] Hitec Prism 7

Saluti a tutti...
Orbene, io mi ritrovo tra le mani una vecchia (1996-97 circa, se ben
ricordo...) radiotrasmittente della Hitec denominata Prism 7.
A suo tempo l'avevo acquistata perchè mi stavo mettendo alla costruzione di
un modello che necessitava di canali mixati.
Poi però non ne ho fatto più nulla e, i casi della vita, addirittura ho
abbandonato il mondo del modellismo in generale e dell'aeromodellismo
dinamico in particolare.
Ora mi ristrovo per le mani questa (allora) bellissima radio ma la domanda è
questa: la trasmissione avviene sul CANALE 18 (freq. 75.150), posso ancora
utilizzarla oggi?
Se la risposta fosse si, allora non c'è problema.
Se la risposta fosse no, allora ecco un'altra serie di domande:
1) La radio, posteriormente, dispone di un modulo intercambiabile siglato
"RF MODULE HPF-M PCM PPM CH18 | 72.150TF"; posso sostituirlo con un modulo
che corrisponda alle odierne normative in ambito frequenze
aeromodellistiche? Se si... a grandi linee, quanto mi verrebbe a costare?
2) La ricevente dispone di un quarzo, presumo, intercambiabile; se cambio il
"modulo" sulla trasmittente, mi basta cambiare il quarzo sulla ricevente?
Oppure è meglio radicalizzare e cambiare la ricevente? Quale la soluzione
migliore (e meno dispendiosa)?
3) Dato che possiedo anche una radio trasmittente "FUTABA FP-T5UAP PCM 1024"
con lo stesso problema (freq. 72) e visto che ai tempi mi dissero che i
moduli Futaba ed Hitec erano intercambiabili, ora vi chiedo: posso veramente
montare i moduli Futaba sulla Hitec e viceversa oppure è una panzana bella e
buona?
Grazie anticipate per le Vs. preziose risposte.
Reply to
Jack the Ripper
Loading thread data ...
Invece di far altro di maggiormente interessante per l'umanita' tutta, ** Jack the Ripper **, ha avuto la malaugurata idea di scrivere...
Errata Corrige: CANALE 18 (freq. 72.150)
*eg*
Reply to
Jack the Ripper
Jack the Ripper ha scritto:
Verifica se ha il bollino CE, altrimenti non è in regola, io ho la 7x in 40 e lo ha, la tua è precedente, credo, forse non era ancora così, oltretutto trasmette su un canale non "ufficiale"... Quindi, cambiare modulo con altro in 72.080 o 72.240 (gli unici due utilizzabili)non ha senso, non saresti comunque in regola. O la usi così, o non la usi. Se il bollino esiste, altro discorso. Bisogna trovare il modulo, dalla 7x in poi sono passati alla 40 e non credo si trovi più in commercio un modulo sulla 72, forse come usato, nei negozi difficile. Ovviamente sulla rx cambi il quarzo, però sempre in 72. Non so dirti se esiste compatibilità tra i moduli delle due marche purtroppo, oppure da 72 a 40 sulla stessa radio. Ciao Danilo
Reply to
Danilo_
Invece di far altro di maggiormente interessante per l'umanita' tutta, ** Danilo_ **, ha avuto la malaugurata idea di scrivere...
8-O
Beh... si, difatti sto meditando di passare ai 35 Mhz...
Questa non l'ho capita... Scusa, ma se ho la possibilità di cambiare "modulo" (e quindi famiglia di frequenza) perchè non sarei in regola? Se così fosse non c'entra nulla la frequenza in cui opero ma bensì importa solo se ho un "bollino" adesivo sull'apparecchio? E' così?
Allora vuol dire che tutti coloro che hanno acquistato apparecchiature TX precedentemente al 1999/2000 sono stati costretti a cambiarle ex-novo? Io mi ricordo di apparecchi TX dai costi folli (Graupner, se non erro...) che viaggiavano sui 72 Mhz e se ne parlava come se fossero il "deus ex machina"; quindi, da quanto dici tu, anche costoro sono stati obbligati a "cestinare" i loro preziosi gioielli e così riacquistarli ex-novo? Se così fosse... mi pare una situazione grottesca...
Leggasi quanto sopra... :-(
Reply to
Jack the Ripper
Jack the Ripper ha scritto:
Purtroppo sono in ufficio, altrimenti o sarei a volare (pioviggina) o a Busto a vedere la fiera del volo 8-((((
Oltre alla frequenza che deve essere legale in Italia, c'è l' obbligo di usare un apparato comunque omologato, non esistono modifiche o autocostruzione, anche se cambiare canale non mi sembra una tragedia, a parte trovare il pezzo, quindi bollino, oppure verificare che nelle liste emesse dal ministero PT risulti come omologata e che la sua omologazione sia ancora attuale (la dico in via puramente teorica, queste circolari non erano reperibili nemmeno presso molti uffici postali, ne ho vista una e riportava molti giocattoli GIG REEL ecc. ma radio modellistiche solo poche e fuori produzione). Viceversa se la radio ha il bollino ma è sulla 41, tanto per fare un esempio, è la fequenza autorizzata in Francia, in Italia non la usi. Se fosse un argomento di interesse più generale ci si potrebbe fare una decina di puntate in qualche talk show.
Mi sembra che i bollini li abbiano messi dal 96 in poi, la mia è così, comunque l' argomento è stato fonte di incazzature per tanti e tanto tempo, basta pensare alle offerte di "rottamazione"fatte da alcuni distributori. Sul sito
formatting link
o aeroclub italia trovi qualcosa di più preciso, non vorrei avere detto qualcosa di impreciso. ciao Danilo
Reply to
Danilo_
Invece di far altro di maggiormente interessante per l'umanita' tutta, ** Danilo_ **, ha avuto la malaugurata idea di scrivere...
[CUT]
Beh... grazie comunque ;-)
Reply to
Jack the Ripper
la risposta e' si la radio e' omologata e stop, l'unica cosa e' sostituire i quarzi (occhio il modulo rimane!, lo cambi solo se passi a 35 o 40 ma costa troppo per quella radio...) con due omologati: 1 per la tx e uno per la rx, trovi la lista completa sul sito
formatting link
-> articoli...
la storia dei bollini ce che ti spiegavano sinceramente non l'ho capita, il bollino "ce" c'e' ovunque, se ne vuoi uno mettiglielo ma la radio non cambiera' di modello ne determinera' la sua omologazione (sul sito dubbarone trovi pure quelli!)...
Reply to
Sax

Site Timeline

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.