Re: realiz. sommergibile rc

Secondo me se parti dalla linea di galleggiamento.. (cioè la base) poui con
la balsa modellare ed chiudere le due estremità tale da creare un corpo
solido controllando il disegno tecnico e prestando attenzione che le linee
d'acqua siano parallele e riprodotte così come sono in legno ed unite con
colla. Poi si passa una "mano" di fondo a spruzzo si scartavetra, si stucca,
si ristucca, si rivernicia a spruzzo 4 mani con il color "Sottomarino" "Nero
o Grigio".
La torretta invece in metallo (ottone crudo) che si salda e si fissa sullo
scafo al centro con colla.
Il periscopio in ottone come da disegno e la bandiera della M.M. in
emersione e fori laterali di tenuta stagna.
Basamento in legno con Teca in plex-glass.
Saluti
"lucaz" ha scritto nel messaggio
news: snipped-for-privacy@usenet.libero.it...
Salve raga, ho letto numerosi post, riguardanti la costruzione di
> sommergibili r/c, ma a dir la verita', esseno un profano non ci ho capito > molto.
> Quello che vorrei sapere e' innanzitutto cpome si fa a costruire lo scafo,
> ho visto anche numerosi siti , e in essi per costruire la scocca usavano del
> polistirolo?? e univano delle sezioni longitudinali una sull'altra giusto?
> ma come si va poi ad ottenere lo scafo: si scava il polistirolo, o esso
> serve solo come stampo e se serve come stampo comi si ottiene da esso lo > scafo.
> scusate le domande che a voi possono sembrare stupite..
>
> grazie
>
> LucaZ
>
> --------------------------------
> Inviato via
formatting link

Reply to
Sailor
Loading thread data ...
"Sailor":
Carina, come soluzione. E il radiocomando, dove lo metti?
;-)
Ciao
Massimo
Reply to
Massimo Miotto
Non intendevo... un modellino funzionante... ma da tavolo Ciao
"Massimo Miotto" ha scritto nel messaggio news:be4pq3$bci$ snipped-for-privacy@geronimo.keycomm.it...
Reply to
Sailor
Ciao se puoi guarda il numero di febbraio2003 di modellisticaint pagina 58. O guarda qui :
formatting link
Magari ti può dare una mano, in tutti i casi è bellissimo.
Ciao Andrea
formatting link

"lucaz" ha scritto nel messaggio news: snipped-for-privacy@usenet.libero.it...
Reply to
Andrea
beh io ne sto iniziando uno, lo scafo l'ho gia', un amico ha fatto lo stampo e me l'ha prestato, ora ho un sub italiano classe sauro pronto, comunque in polistirolo e' un attimo, fai lo scafo in polistirolo, lo rivesti per bene col vetroresina e poi sciogli il poli con l'acetone, ottieni o la femmina che poi perfezionerai all'interno (previo irrobustimento esterno) ad arte e da cui ricaverai le stampate, senno se te ne serve uno solo lo perfezioni all'esterno come modello finito...semplice, poi io nel mio metto un tubo di plexy con tutti i comandi motori e i ballast, se cerchi nei vecchi mess trovi un sacco di link...
-- -- _______________________________________
Andrea "SAX" Sassi Ferrara (ITA)
formatting link
le vele al vento, ma il vento non le capi'... _______________________________________
Reply to
Sax
è proprio questo il punto non ho mai fatto nulla del genere e mi servirebbero delle indicazioni più precise. come posso fare lo scafo cioè ritaglio i profili sul polistirolo, li incollo e poi? ci passo sopra cosa? e come faccio a sapere quanto debve essere spessa la forma e quante mani di vernice (???)dargli? insomma mi servirebber oi rincipi di costruzione delle sagome per gli scafi, quello che c'è sul manuale di shaller, ma che non sono riuscito a trovare da nessuna parte
graize
Lucaz
Il 06 Lug 2003, 00:22, "Sax" ha scritto:
-------------------------------- Inviato via
formatting link
Reply to
lucaz
beh e' piu' complicato da spiegare che da fare, basta che fai le forme abbozzate (piu' possibile gia' precise) di polistirolo, le unisci con il vinavil e poi a cartavetrata le rendi lisce perfezionando il simulacro, poi a seconda se devi fare stampo o modello vedi di partire a stuccare scartavetratare e verniciare per rendere lo stampo maschio accettabile (e poi resinarci previo distaccante lo stampo femmina) oppure resinarci direttamente sopra per poi sciogliere il poli all'interno con l'acetone...
oddio questo e' un sistema barbaro ma efficace, potresti pure fare la sagoma in balsa, realizzi le ordinate e a colla a caldo ci attacchi il fasciame in balsa e poi fra stucco e cartavetro perfezioni il tutto e hai il tuo maschio insomma di metodi ce ne son parecchi devi vedere tu come ti trovi meglio...
non ho capito, il manuale di shaller l'hai letto?
-- _______________________________________
Andrea "SAX" Sassi (ITA)
formatting link
le vele al vento, ma il vento non le capi'... _______________________________________
Reply to
Sax
no, non sono riuscito proprio a trovarlo, ho visto che te lo da shaller se comeri qualcosa, ma io prima di comperare qualcosa (visto che non ho la minima idea di cosa!) vorrei prima leggere tale manuale per informarmi e capire che tipo di resina, stucchi servono a me
ok fin qui ci sono!
ok allora ho il mio stampo ben levigato di polistirolo, adesso che faccio?
grazie
Lucaz
-------------------------------- Inviato via
formatting link
Reply to
lucaz
vediti il post del 3/7 "Materiali compositi", ti da' i link per scaricartelo...
e devi fare 1 modello o lo stampo per farne diversi?
-- _______________________________________
Andrea "SAX" Sassi (ITA)
formatting link
le vele al vento, ma il vento non le capi'... _______________________________________
Reply to
Sax
e' prorrio questo il punto..... ho letto il post, ma il link dove scaricarlo non e' piu' attivo, me lo posteresti tu per favore?
grazie mille
-------------------------------- Inviato via
formatting link
Reply to
lucaz
ok risolto il problema dei manuali per la costruzione, quello che ora mi interesserebbe sapere e dove trovar ei disegbi per costruire lo scafo di un sottomarino, e poi come si fa praticamente, cioe' mi spiego meglio dal disegno mi tiro giu le misure e poi ritaglio del polistirolo le forme rotonde del profilo longitudinale (non so il nome tecnico sorry..) da incollare l'uno sull'altro per poi avere lo stampo. mi potete aiutare please? grazie lucaz
-------------------------------- Inviato via
formatting link
Reply to
lucaz

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.