baricentro tuttala

Salve non riesco a capire...

Ma come fa a volare un modello tutt'ala tipo
questo:
formatting link


Il baricentro in teoria è fuori dall'ala,
Cioè in pratica con il motore al minimo o spento dovrebbe picchiare di
brutto!!

Ciao grazie
Reply to
pier.
Loading thread data ...
pier. ha scritto:
questo:
formatting link

beh magari ci ha messo una mega zavorra in coda!
Reply to
the RTF-man
pier. ha scritto:
questo:
formatting link
Non puoi dirlo a priori; bisognarebbe sapere come sono state distribuite le masse "importanti" all'interno della fusoliera. A parte questo, è abbastanza normale che in un tutt'ala ben progettato il baricentro debba essere molto più vicino al bordo di entrata dell'ala rispetto a un modello tradizionale. La ragione di questo è che i profili alari usati per i tutt'ala (i cosiddetti "reflex") sono ottenuti partendo da un profilo tradizionale che sia molto efficiente alla velocità desiderata del modello (concavo convesso, ovviamente), del quale la parte posteriore viene ribaltata verso l'alto (di qui il nome reflex), come se si riflettesse su uno specchio. Non posso mandarti un disegno, ma se guardi la figura 2 dell'alrticolo
formatting link
vedere di che cosa si tratta, anche se quello, riferendosi a un parapendio, non è un "vero reflex". Da un certo punto di vista, è come se la parte posteriore dell'ala fosse il piano di coda e fosse in assetto da cabrata, ma la distanza fra bordo d'uscita dell'ala e bordo di entrata del piano di coda fosse nulla.
Un profilo di questo genere è di per sé fortemente cabrante e quindi è normale che per rendere stabile la planata il baricentro debba essere molto avanti. Se il modello è lento, tende a picchiare (come immaginavi tu), ma questo ne fa aumentare la velocità e a quel punto l'effetto della porzione posteriore dell'ala (quella "ribaltata" verso l'alto) lo fa cabrare fino a trovare il compromesso ottimale fra l'angolo di discesa e la velocità rispetto all'aria. Questa condizione risulta in genere autostabile (se la progettazione è corretta), in quanto se la velocità cala l'aereo picchia (e quindi accelera, con una conseguente cabrata) e se la velocità aumenta l'aereo cabra (e quindi rallenta, abbasando il naso).
Ciao prego
Al
Reply to
Alfredo Bacchelli
Alfredo Bacchelli ha scritto:
questo:
formatting link
Ok grazie delle tue indicazioni che mi hanno schiarito le idee anche se per ora ho letto un po velocemente per mancanza di tempo :-) Ancora una domanda vorrei rivolgerti: -secondo te come facilita nel volo e minor tempo di costruzione, sarà meglio il modello sopra indicato oppure uno tipo questo:
formatting link
Sia per un tipo o l'altro vorrei costruirli tagliando un pannello di polistirolo(quello per isolare i muri) cioè il polipan Ancora ciao e grazie
Reply to
pier.
pier. ha scritto:
Mi sembrano abbastanza equivalenti, anche se questo sembrerebbe concepito per velocità più alte.
Non è il materiale più adatto, in quanto si suddivide facilmente in particelle indipendenti. Quello più adatto (Depron, Elapor o altri nomi) è quello più flessibile e leggermente "gommoso" al tatto. Per tagliarlo ti devi attrezzare con un "archetto" elettrico, ma questo forse lo sapevi già. Fare bene delle superfici curve non è facile. Tusso sommato, preferisco le costruzioni in Depron e balsa, in cui l'ossatura è di balsa e la "pelle" di Depron.
Al
Reply to
Al Bac
Se vuoi sapere come si calcolano i baricentri, vai in questo sito
formatting link
Poi a sx trovi il pulsante " TECNICHE suggerimenti ", clicca e scorri la pagina. Troverai descrizioni, di cos'e' e come si calcolano i baricentri.
Ciao luca "pier." ha scritto nel messaggio news:f53da6$6e5$ snipped-for-privacy@news.newsland.it...
questo:
formatting link
Reply to
Luca lusin

Site Timeline

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.