ma quanto e' vecchio questo automodello ?

Salve
sono venuto in possesso di questo automodello elettrico un po vecchiotto
(minimo 10 anni) di marca sconosciuta...e volevo dei consigli in generale
per farla andare per bene.
e' stato difficilotto sistemarla in quanto incredibilmente non aveva
l'alloggiamento per il servo dello sterzo che ho dovuto creare con del legno
^_^...
la velocita' raggiunta e' considerevole secondo il mio modesto parere...il
motore e' un 540 di scatola (per altro completamente avvolto da della gomma
che secondo me lo fa scaldare troppo)...vecchio di 10 anni appunto, quindi
immagino che i motorini elettrici abbiano fatto diversi passi avanti.
quello che non mi convince pero' e' il peso...come potete vedere dalle foto
e' tutta d'alluminio abbastanza spesso e il peso senza batterie raggiunge i
1600g...credo un po troppo...avevo pensato di rifare il telaio con un altro
materiale facilmente modellabile e leggero...ma quale ?
ho anche dubbi sul fatto di lubrificare le varie parti in movimento perche'
ho paura che si riempiano di terra e che mi si rovini il tutto
volevo sapere da voi piu esperti guardando le foto se vi sembra un buon
automodello (ovviamente per l'eta' che ha, non puo competere con quelli di
oggi) e quale motore piu' performante (ma che non mi succhi troppa batteria)
posso metterci su. soprattutto volevo sapere se il motore e' meglio
ricoprirlo come quello gia montato oppure puo' rimanere all'aria con il
rischio che ci finisca dentro della terra.
poi avevo dei dubbi sul servo usato (Hitech HS-322HD) ce lo avevo
disponibile e l'ho montato ma non so se ce ne sono di specifici per
automodelli offroad (ma sempre della stessa grandezza visti i problemi di
alloggiamento)
le foto stanno su
formatting link

grazie dell'aiuto e dei consigli che mi darete !!!
a presto
p.s: a roma c'e' qualcuno con offroad elettriche simili che gira in qualche
prato o piazzale?
Reply to
SpagO
Loading thread data ...
beh non è poi così tanto sai 1600 per una vecchia off road..... la mia schumacher cat pesava forse un paio di etti in meno....e quelle non da gara invece pesavano pure di più! "SpagO" ha scritto nel messaggio news:HMqkc.156545$ snipped-for-privacy@twister2.libero.it...
Reply to
Luca
beh, in effetti un paio di etti sono parecchio peso in una elettrica...e sicuramente la plastica pesa meno di tutto quell'alluminio però... modificarla?!?!?!?!??!?! io penso che sia fantastica così com'è, se non ho visto male ha addirittura la trasmissione a catena! io la terrei come "shelf queen" e mi procurereipiuttosot un modello da battaglia per gironzolare (tipoo un evader)
Reply to
Dunque
Viva il restauro dei vecchi modelli!!!! Ho appena finito di mettere a posto (e modificare con modifiche rigorosamente "reversibili" in modo da poter sempre rimontare il modello come in origine) una vecchia auto da pista 1:12: si tratta di una SG Antares del 1979..
Strano: 10 anni fa i servi si usavano ed erano (a livello di ingombri) uguali a quelli attuali (parliamo sempre di servi standard)
Il 540 di scatola è un mito (nel senso che è indistruttibile) ed è sempre uguale da anni (27 spire). Solo nei modelli più vecchi (come nel mio caso) erano un pò meno potenti (ma forse la differenza di prestazione è anche data dal regolatore meccanico dell'epoca: nell'elaborazione ho tolto motore e regolatore originali (che conservo gelosamente) ed ho messo un nuovissimo Novak elettra con un motore 20 spire della Duratrax (quello che equipaggia l'Evader). Ho anche modificato gli ingranaggi (ora monta corona di origine Tamiya Ta04 e pignone da 16 sempre tamiya) variando il rapporto di trasmissione (sono passato da un 60-16 ad un 83-16: non resta che provarla..)
Carbonio (lo vendono in lastre o in tessuto+resina; nel secondo caso devi avere un pò di dimestichezza con resine, catalizzatori ecc..), vetronite (la trovi in lastre nei negozi di elettronica: serve a fare i circuiti stampati) direi che sono i più adatti. Puoi provare a cambiare un pò anche la forma, cercando di rimanere leggero, ma anche di non indebolire troppo... In sede di progetto cerca di mantenere batterie, ricevente, sevi ecc... il più bassi possibile per cercare di tenere basso il baricentro Ultima cosa: il massimo sarebbe un telaio che abbia la possibilità di accogliere le batterie (che sono l'elemento più pesante) in diverse posizioni, in modo da ottimizzare la posizione del baricentro senso longitudinale.
Tieni cmq presente che 1600g non è cero un peso folle (come detto da Luca, le auto 4wd da competizione di 10 anni fà avevano circa quel peso!)
Io adopero olio spray al silicone (senza esagerare): se non ne metti troppo non raccoglie molta sporcizia (ciò non toglie che una certa manutenzione periodica è meglio farla..) Prima di lubrificare (boccole, cuscinetti ecc..) adopero il wd40.
Se ritieni che l'autonomia sia un paramentro importante, non andrei sotto 17 spire. Per quanto riguarda la ricopertura del motore... toglila! E' molto meglio un pò di polvere che una scaldata terrificante! Ovviamente il motore và pulito periodicamente con tricloroetano (liquido lavamotori che trovi nei negozi di modellismo e nei negozi di elettronica) e i cuscinetti (o le boccole) oliate (io uso olio motore per automobile)
Se non fai gare và bene tutto! Occhio piuttosto a metterci un buon salvaservo!
Figurati!
Ciao!
Reply to
Fedevolution

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.