Colla epossidica

Ciao a tutti!
Sono un novizio e faccio pertanto domande un po' banalucce... Però
imparo con entusiasmo. :-)
Il problema che vi sottopongo è questo: sto montando un modello di
barca a vela radiocomandata, e in certe parti dovrei utilizzare la
colla epossidica.
Ne ho comprata una da "6 minuti", che comprende due tubetti: uno di
resina e uno di indurente. Presumo che le due sostanze vadano
mischiate, ma non so in che proporzioni... Per caso sapete consigliarmi
dove potri trovare delle dritte a proposito, oppure potete fornirmele
direttamente voi?
Altra domanda, per cultura personale: come mai si usa questa resina,
nel modellismo? Cosa cambia rispetto -per esempio- alla classica
SuperAttack?
Grazie a tutti e ciao,
Stex
Inviato da
formatting link

Reply to
stex
Loading thread data ...
Ciao, spero tu non abbia preso quella dei vari brico o ferramenta...20 grammi te li fanno pagare come 100gr in un negozio di modellismo....comunque mischiala al 50 % ( ma dovrebbe essere indicato sulla confezione ). Per rispondere alla tua domada nel modellismo non si usa il classico Attack ma il ciano, le differenze sono molte ma tu prova ad incollare due pezzi che non combaciano perfettamente con l'attack e con l'epoxy e poi dimmi quale dei due sei riuscito ad incollare. Altra considerazione va fatta sul tipo dei materiali che devi incollare e sul peso finale del pezzo incollato. Cmq leggiti i post precedenti.... Alex
"stex" ha scritto nel messaggio news: snipped-for-privacy@mynewsgate.net...
Reply to
Alex
Grazie mille! La colla l'ho presa proprio in un negozio di modellismo... spero che mi abbiano fatto un buon prezzo, cmq non era niente di esageratissimo.
Grazie infinte per il chiarimento. Provo subito ad usare la resina epossidica (dunque, al 50% di resina e 50% di indurente). Vi farò sapere l'esito...
Altra domanda: in caso di errori o sbavature, c'è un modo per rimuovere la colla epossidica?
Thanx, Stex
Alex ha scritto:
modellismo....comunque
consigliarmi
Inviato da
formatting link
Reply to
stex
Se non è già asciugata la rimuovi con uno straccetto imbevuto di alcool...
"stex" ha scritto nel messaggio news: snipped-for-privacy@mynewsgate.net...
Reply to
alevilla.it
Vendo questa colla e forse ti può servire sapere che l'induritore (di solito bianco o più chiaro) va usato in proporzione al tempo che intendi maneggiarla. Se vuoi che indurisca subito ne metti di più e viceversa.
L'attak non è riempitivo come l'epossidico!
Spero di averti aiutato. Ciao Salvatore
"stex" ha scritto nel messaggio news: snipped-for-privacy@mynewsgate.net...
Reply to
Salvo
Oddio!!!!!! Ma è da generazioni che l'induritore va sempre usato nella proporzione indicata!!!!!!! Casomai cambi il tipo di induritore, ma la proporzione deve essere sempre la stessa!!!!
Io non so che resine vendi tu, ma quelle di Schaller (forse è stata la prima persona ad importare resine epoxy in Italia) funzionano come ti ho appena detto. La resina è sempre quella e il tipo (e non la quantità!!!) di induritore varia il tempo di lavorabilità (attenzione, non il tempo di indurimento ma di lavorabilità) della medesima da un minimo di 5 minuti a un massimo di circa 2 ore.
Per altri prodotti funziona come dici tu (ad esempio gli stucchi bicomponente o il cosiddetto "acciaio liquido"), ma sulle resine epossidiche non direi proprio...
Sono anni che lavoro con resine epoxy (sia per incollaggi che per laminazioni di vetro e carbonio) e non ho mai trovato scritto da nessuna parte di mettere variare la quantità di induritore per far variare il tempo di indurimento della resina.
Magari sull'indurimento fine a se stesso hai ragione, ma poi le caratteristiche meccaniche del prodotto polimerizzato sono sempre le stesse? Più induritore = più resistente? O viceversa? O rimangono uguali? Allora se metto assieme un litro di induritore e una goccia di resina va bene lo stesso? E se faccio il contrario? Polimerizza tutto lo stesso?
Saluti, Alevilla
"Salvo" ha scritto nel messaggio news:JZ2wc.406984$ snipped-for-privacy@news4.tin.it...
Reply to
alevilla.it

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.