NACA motore in vetroresina - 2a puntata

Ciao a tutti, in particolare a chi mi ha già aiutato nel post
precedente.
Bene, dopo aver fatto tesoro dei consigli ricevuti ieri sera ho
realizzato il pezzo in vetroresina. Vorrei discutere le impressioni
avute durante la lavorazione per vedere se di migliorare le volte
successive.
Allora ho fatto il modello in polistirolo con qualche difficoltà dato
che non l'avevo mai fatto prima :
1) Ho disegnato su autocad le viste laterali, superiore, inferiore,
frontale e posteriori del pezzo. Ho fatto delle sagome in compensato
sottile 0.8 ed ho tagliato su un parallelepipedo di polistirolo le
faccie a coppie tramite filo a caldo. Successivamente ho smussato gli
angoli e carteggiato. Ho stuccato il pezzo e carteggiato.
2) Ho fatto circa 100 grammi di resina SAB con catalizzatore a 120
minuti
3) Ho usato un tessuto da 25 gr/mq. Dell'intero foglio da 1m x 1m ne
ho usato circa il 40%. Ho tagliato il tessuto in strisce larghe circa
5-8 cm.
4) Ho infilzato il pezzo sulla base su un supporto girevole in modo da
poterlo lavorare senza toccarlo.
5) Ho usato guanti di lattice, mascherina da chirurgo, compertura del
piano di giornali e pinze lunghe da medicazione per maneggiare le
striscie.
6) Ho spalmato tutta la superficie del pezzo con resina ed ho iniziato
a mettere le strisce dalla base verso il muso longitudinalmente. Dopo
aver collocato ciascuna striscia utilzzando il pennello mettevo altra
resina picchiettando e facendo ben aderire la resina al supporto.

(NOTA 1) Ho potuto verificare che quando la striscia è ben imbevuta di
resina diviene pressochè invisibile e questo rende difficile sapere
dove si è già messo i pezzi precedenti. Come fate voi ??
7) Successivamente ho messo le striscie trasversalmente ripetendo il
procedimento numerose volte fino a consumare tutte le striscie
preparate in
precedenza.
(NOTA 2) Ho verificato che mettendo i teli incrociati, quando si
spalma la resina sulla striscia superiore facendola aderire talvolta
si sposta leggermente quella inferiore creando delle piccole grinze
che sono difficili da eliminare in quanto la fibra si sfilaccia più ci
si passa sopra con il pennello imbevuto. Ho cercato di eliminarle il
più possibile, confido di livellare il tutto con successiva
carteggiatura. (speriamo)
8) Tutto il procedimento precedente è durato circa 120 minuti. Ho
lasciato tutto li sul tavolo tutta la notte e questa mattina il pezzo
era solido benchè ancora leggermente appiccicoso.
9) Quanto devo aspettare prima di poterlo lavorare ?
10) Che solvente utilizzo per rimuovere il polistirolo ?
11) il bordo alla base del pezzo sembra un'insieme di stalagtiti per
la resina che è colata mentre si rapprendeva, Ovviamente lo devo
tagliare con il dremel.
C'è qualche cosa che devo sapere prima di farlo ?
12) Lo devo carteggiare prima di stuccarlo, oppure stucco prima e poi
carteggio ?
13) Potrei dare il gelcoat dopo che il pezzo è asciutto ?
Bene, grazie per l'aiuto.... a pezzo finito pubblico la foto !!
Ciao, a presto.
:-) Fabio.
Reply to
Fabio
Loading thread data ...
...
Hai rispettato esattamente le proporzioni indicate? Il segreto per una corretta catalisi della resina e' tutto qua'.
...
Puoi ottenere buoni risultati magari meglio che col pennello, specie su superfici lice e continue (sia piane che curve) con dei rullini in gomma.
...
Guardo con attenzione.
...
Per le grinze, vedi sopra. Per la carteggiatura... se puoi evitala. Ti spiego dopo perche'.
...
Qui potrebbe esserci un problema di pèreparazione della resina: sei stato preciso? Cmq, umidita' e temperatura influiscono sulla velocita' della reazione, col freddo di questi giorni riesce piu' lenta.
Boh, lascia riposare e ripassa stasera...
Acetone. Va bene anche il diluente alla nitrocellulosa.
Se e' solo resina, direi nessuna particolare precauzione. Se c'e' di mezzo della fibra, vedi sotto.
Eccoci al carteggio. La mia esperienza e': la fibra prude!
Evita come la peste di carteggiare se proprio non e' indispensabile. Fallo all'aria aperta, proteggi tutto il tuo corpo con guanti, maschera ed occhiali (le fibre di vetro possono essere piccole e infide come l'amianto) usa possibilmente tamponi a mano, e magari bagnando con acqua per minimizzare la polvere, lascia perdere la levigatrice elettrica.
A che pro? Io il gelcoat lo do sullo stampo, se realizzo un pezzo come hai fatto te vernicio direttamente sulla resina (o sullo stucco). Il gelcoat, per come me l'hanno spiegata, serve a produrre superfici finite da stampi.
Complimenti per il lavorone, ti auguro un'ottima riuscita del pezzo! Ciao! R.
Reply to
Riccardo C.
"Fabio" ha scritto nel messaggio news: snipped-for-privacy@posting.google.com...
Con un pò di abilità puoi evitare di tagliare delle strisce e farlo in un pezzo unico, tagliando il tessuto solo lì dove vengono delle grinze.
Ummmm........sembra un'operazione chirurgica....perchè le pinze per maneggiare le strisce? Le care vecchie dita non funzionano molto meglio (con i guanti in lattice)? Cmq l'importante è il risultato.
Non devi esagerare nella quantità di resina. Se esageri, cola tutta e poi il pezzo diventa pesante, ma non ne consegue un proporzionale aumento di robustezza, cioè mi spiego meglio: il rapporto indicativo fra resina e tessuto è di circa 60:40 (dipende dalla complessità del pezzo, da quanti strati di tessuto metti, dall'abilità nel lavorare, ecc). Se hai usato 100g di resina per circa 10/15g di tessuto, vuol dire che hai decisamente esagerato con la resina.
Se si forma la grinza nella striscia di sotto, sollevi quella di sopra e spiani la grinza. Se la grinza è come un ciuffo di capelli ribelle che non vuol sistemarsi, allora la puoi tagliare una una forbicetta da unghie ben affilata. Se proprio non c'è niente da fare, te ne freghi e poi la carteggi!
Attenzione alle temperature e all'umidità, oltre che ad una corretta catalizzazione.
Aspetta che sia ben asciutto, altrimenti la carta vetrata si impasta.
Qualunque solvente a base di stirolo, diluente alla nitro, acetone, ecc.
Ecco appunto, come dicevo troppa resina.
Carteggia per sgrossare le croste e le scolature, poi stucchi e poi ricarteggi. Ricordati che troppo stucco può saltare via facilmente, oltre che appesantire.
Sicuramente, ma il gelcoat, in particolare quello epossidico è tremendamente duro da cartare.
Reply to
Tiziano Dimastrogiovanni
Ciao ho visto che già ti hanno risposto abondantemente :-) però magari ti dico una cosa: per ottenere delle superfici già belle lisce alla prima botta io uso mettere del normalissimo domopak sulle creazioni in fibra e resina, il domopak non s'incolla con l'epoxy ed una volta che la resina ha tirato lo togli via in un attimo... e anche comodo perche riesci a spandere la colla senza che ti porti vi la vetroresiana col pennello e poi così riesci a togliere la colla in eccesso facendola colare via da una parte..... prova non si sa mai.......
ciao :-)
Reply to
il Zott

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.