Da scoppio a elettrico?

Salve a tutti,
sono sempre stato attratto dalle auto rc di qualsiasi natura fin da
bambino ma non sono mai riuscito,per mancanza di soldi e soprattutto
di tempo,a dedicarmi completamente a questo hobby... :-(
Ora mi si è riacceso un lumicino,ma ho dei forti dubbi:
Ho un auto a scoppio modello Amika della Mantua Model 2WD (con
telecomando "Sauber" o qualcosa del genere a 2 canali) da diversi
anni,so che è un modello abbastanza datato,ma è stato stupendo
montarla da solo e vederla in azione. Purtroppo però non è che l'abbia
usata molto (Una decina di volte in 7 anni! :-( per il fatto che,per
mancanza di tempo non riuscivo a trovare una giornata adatta per
trasportare tutto il necessario nel piazzale:l'avviatore,la benzina,la
batteria per l'avviatore,cassetta degli attrezzi... ecc... poichè ero
solo ed era abbastanza scomodo, senza contare il fatto che passavo
tutto il tempo per riuscire ad accenderla (alla fine dopo molti
tentativi ci riuscivo sempre però! :-) ma toglievo tempo al mio
divertimento che era quello della guida spensierata... Certo è
bellissimo fare tutte le regolazioni possibili,ma non sapendo quasi
niente di motori non ero molto soddisfatto di dover sempre scaldare il
motore,trovare una carburazione ottimale,avere problemi con la
candela... preferisco più cambiare l'assetto,le gomme,ecc...
...stavo pensando quindi che forse non è il motore a scoppio quello
che fa per me (premetto che a me piace la velocità e la potenza e non
sono del tutto imbranato al "volante") ma forse è quello elettrico!
E qui sorge il dubbio... sono andato nell'unico negozio della mia zona
che mi ha detto che passare da scoppio a elettrico è una follia perchè
tutti fanno il contrario e a lungo andare avrei rimpianto il
passaggio!
Io credo che l'elettrico abbia molti pregi rispetto allo scoppio:
- E' piu' pratico e semplice.
- Bastano l'auto il radiocomando e le batterie (senza dover portare
dietro benzina,avviatore con la sua batteria ecc...)
- E' vero che le batterie costano parecchio,ma è anche vero che sono
ricaricabili! Quindi è soltanto una spesa iniziale che viene
ammortizzata nel tempo (mentre senza benzina...)
Scusate se mi sono dilungato troppo ma volevo chiedervi se valeva la
pena fare questo passaggio considerate le mie condizioni o è meglio
usare quello che ho (anche perchè è nuovissimo). A me piacerebbe un
modello elettrico medio con possibilità, nel tempo, di cambiare i
pezzi con altri migliori denaro permettendo.
Preferirei sapere se c'è una buona marca dove è più facile reperire
pezzi di ricambio.
Ho letto che molti scelgono la Tamiya TL-01, ma non so se è un buon
modello e se è "vecchio"...
P.S. Quanto potrà valere la mia AMIKA senza telecomando (e soprattutto
questo posso riciclarlo con l'elettrica???)
Ringrazio chiunque possa aiutarmi
Buone feste
James
Reply to
James
Loading thread data ...
Tieni presente una cosa: anche io ho avuto la tua stessa macchina (si trattava della Lancia Delta della Mantua Model che monta lo stesso motore della tua) e ti posso dire che farla partire era sempre una menata, mentre ho comprato il terzo modello a scoppio della Thunder Tiger (si tratta di una Uno con carrozzeria BMW M3 GT) e ti posso dire che non c'è paragone! Parte alla prima, non ha tutti i problemi di spegnimenti che dava il modello della mantua ed è pure meno assetato di carburante (ok, la cilindrata del motore è minore, ma consuma mooolto meno). Morale: o sono diventato più bravo a carburare (ma non penso proprio), o i motori di oggi sono migliorati rispetto a quelli di una decina di anni fà (possibile) oppure la mantua fornisce di serie dei motori penosi (possibile) oppure il mio motore è nato male (sta di fatto che bene bene non è mai andato, mentre il motore della thunder tiger mi pare fatto meglio, tanto che mi sono appunto regalato il terzo modellino..) Per cui, prima di abbandonare lo scoppio, ti invito a prendere in considerazione il fatto di acquistare un modello recente (quello che ho preso costa "solo" 250 euro tutto compreso!).
Per quanto concerne il passaggio all'elettrico, non pensare di risparmiare più di tanto. Devi considerare il costo di batterie, caricabatterie, macchina, regolatore di velocita e radio, ma anche i costi di manutenzione (anche i motori elettrici richedono una manutenzione che deve essere scrupolosa soprattutto se vuoi gareggiare..)
A mio parere non è possibile affermare che lo scoppio sia meglio o peggio dell'elettrico: si tratta di due cose molto differenti ognuna con pregi e difetti, per cui la scelta la puoi fare soltanto tu.
E' da un pò che è sul mercato, ma i suoi punti di forza sono: - robustezza - economia - bellezza delle carrozzerie (peraltro comune a tutti i modelli Tamiya) - possibilità di espansione tramite optionals - facile reperibilità dei ricambi (essendo molto diffuso)
Per contro: - è poco performante (ci sono modelli della stessa Tamiya che sono decisamente migliori, ma il prezzo sale...)
Bisognerebbe vedere come si presenta, ma penso che non ci ricavi molto. Gli unici pezzi "riciclabili" su un'elettrica sono: radiocomando, ricevente e servi. Il resto non è compatibile a meno di non voler trapiantare un motore elerrtico al posto di quello a scoppio, ma i problemi sono notevoli per effettuare questa operazione.
Ciao e Auguri!
Reply to
Fedevolution
Ciao james.......... Io non sono un gran esperto, ma anche io avevo un modello a scoppio, ma poi sono passato all'elettrico, semplicemente perche non dico spendi meno, ma e' piu' pratico per certi versi, e uno di quelli lo ai citato tu, nel senso metti giu' la macchina e vai senza carburazione, al massimo l'assetto che e' molto importante per divertirsi. Comunque james dipende da te, il tempo che riesci a trovare per dedicare alla macchina, io ti consiglio che se del tempo non ne ai molto una elettrica e molto piu' pratica.(parere personale)
Saluti Andrea James wrote in message snipped-for-privacy@posting.google.com...
Reply to
Andrea
Anch'io ho proprio la Lancia Delta della Mantua,ma ho detto l'Amika perchè pensavo fosse più conosciuta!
Però rimangono i problemi di portarsi dietro un pacco di roba come l'avviatore,la batteria,la benzina.... sinceramente mi spaventerebbe spendere altri soldi per lo scoppio,anche se migliorano un po' le prestazioni (a me era soprattutto un fattore di praticità che con lo scoppio non vedo!) Se devo rimanere con lo scoppio rimarrei con la mia Lancia (che io adoro come carrozzeria!)
mhmmm... comunque grazie del consiglio
Si avevo messo già tutto in conto,ma come avevo detto nel post precedente secondo me:
- Le batterie le compri una volta e non le compri più (mentre la benzina la devi comprare,comprare,comprare...) - Per il caricabatterie riuscirei a trovarlo fatto in casa ;-) - Il regolatore di velocità potrebbe essere una spesa futura? - Per la manutenzione non sono molto portato,ma ho sentito che è minore nell'elettrico che nello scoppio... ho sentito... ;-)
Aaaargh!
Interessante...
:-(
Speravo proprio questo
Ti ringrazio moltissimo per i tuoi consigli, ma non so ancora cosa fare,sinceramente di comprare un altro modello a scoppio non è ho proprio voglia... sarò rimasto traumatizzato dallo scoppio???? (Comunque la mia Delta è già la seconda auto a scoppio! Molti ma molti anni fa ne avevo una moolto più potente che adesso non c'è più... è quasi distrutta,non so che modello sia e sicuramente non si troveranno i pezzi! sigh!).
Grazie,anche a te!
James
Reply to
James
Con l'avviamento a strappo basta portarsi dietro la batteria per la candela (quella che ho io è incorporata alla pipetta, mentre quella che usavo con la Delta era separata, molto più ingombrante e scomoda), un pò di benzina e qualche attrezzo (cacciaviti e chiavi a tubo), oltre ovviamente a modello e radio. Per l'elettrico ti devi portare un bel pòdi batterie per assicurarti una certa autonomia: alla fine l'ingombro è simile ma il peso delle batterie è decisamente superiore.
Davo dire la verità che la delta della mantua non mi è mai piaciuta, tanto che ho subito acquistato la carrozzeria della Amica. La trovo poco realistica, inoltre la mia aveva gli adesivi messi male ed era stata tagliata in modo osceno dal precedente proprietario (l'avevo presa usata da uno che non era neppure riuscito a finire di montarla: aveva solo rovinato la carrozzeria e montato alcuni pezzi un pò a casaccio!) Trovo molto più realistiche le carrozzerie 1:10 tipo touring/rally: imbattibili come realismo ed aimè come prezzo, quelle della tamiya. Seguono a ruota alcune di quelle della thunder tiger: mi paiono un pò meno curate dal punto di vista estetico (ma sempre superiori di parecchio alle 1:8 offerte da mantua) ma sono più robuste delle tamiya.
vero, ma prima inizi con 2 batterie, poi non bastano più allora... 4 batterie, poi 6 poi 8 poi.... la spesa continua finche non raggiungi un bel numero di batterie a meno di non fare un grosso investimento iniziale e acuistarle tutte subito. Ma dopo un pò calano di prestazioni, vedi in negozio quelle ultraselezionate e se ti fai tentare... la spesa continua (fidati, ci sono passato e quando facevo le gare di elettrico continuavo a comprare roba tra cui anche batterie, per essere sempre più competitivo fino a quando non ho smesso di correre in pista)
teoricamente, acquistato un regolatore, la spesa dovrebbe essere finita. In pratica, almeno quando correvo io cioè circa 10 anni fà, di regolatori ne ho visti bruciare parecchi, un pò per distrazione del modellista (inversione poli batterie), un pò per condizioni atmosferiche avverse (venivano a contatto con acqua) un pò per motivi non ben precisati (alcuni dicevano che saltavano da soli, ma ci credo poco) Per quanto mi riguarda, ne ho fuso uno solo causa accidentale corto causato da contatto delle batterie (che si sono spostate causa urto) con il telaio in ergal della macchinina.
Oltre a cambiare periodicamente le spazzole, bisogne tornirli e regolare l'anticipo. Io mi appoggiavo ad un amico dotato di tornio e banco prova motori, ma altrimenti avrei dovuto acquistare anche questo tipo di attrezzatura (a meno di non usare motori stock)
Tranquillo i radiocomandi sono tutti uguali o quasi. Mi spiego: alcuni vecchi sanwa avevano la polarità dei servi invertita rispetto allo standard attualmente utilizzato. Penso comunque che la cosa sia limitata ai vecchi modello Dash e il tuo (mi pare che sia già un Saber, giusto?) dovrebbe già adottare il nuovo standard. Cmq, prima di collegare il regolatore alla ricevente, mi informerei meglio in questo senso...
Riflettici su un pò: la fretta è cattiva consigliera!
Ciao!
Reply to
Fedevolution
Grazie per i consigli,
per il momento allora mi tengo la mia deltona (la carrozzeria l'ho tagliata e verniciata io ed è la cosa che mi piace di più della macchinetta!!! L'unico difetto è che non cobacia perfettamente quando la monto, a volte toccano le ruote anteriori.... :-( .....sta mantua! )
Ma quindi la scala 1/10 (se è questa la scala della tua Thunder Tiger) è migliore e conveniente rispetto all' 1/8? E la tua Delta che fine ha fatto?
Ma io la mia l'ho pagata 350 euro tutto compreso! (A suo tempo...) Dici che a quel prezzo si trova un modello meglio del mio?
Ciao
James
Reply to
James
La scala 1:10 (come le mie thunder tiger) è più economica dell' 1:8. Per quanto riguarda la mia Delta, avrebbe bisogno di un nuovo accoppiamento per il motore, ma per ora non pensavo di investrire in questo modello (e pensare che monta il kit 4wd nonchè la barra stabilizzatrice post, il disco freno in ergal il filtro a spugne oliate ecc... ma le uno della thunder per ora mi piacciono di più!). Chissa, un domani potrei anche decidere di rimetterla in sesto!
Ferma tutto!!!!! Dunque, la Delta ha di serie già un differenziale, cosa che la uno non ha! Inoltre ha sospensioni indipendenti (anche se non molto efficaci) mentre la uno ha un'impostazione differente con delle piccole sospensioni anteriori ed il retrotreno basculante. Si trtta di modelli totalmente differenti costruiti per scopi differenti (la delta è un rally game derivato da modelli off-road, mentre la uno è una on road). Sicuramente dal punto di vista tecnico, la delta presenta soluzioni più complesse che ne giustificherebbero il maggior prezzo, se non fosse per la scarsa qualità di alcuni componenti tra i quali, data la mia esperienza con questo modello, metterei il sistema motore-carburatore. Per quanto riguarda il lato qualità, la thunder tiger mi pare su un'altro pianeta.
Riassumendo: la uno è una macchina semplice ed essenziale, priva di soluzioni tecniche raffinate e di aggeggi particolari, ma è qualitativamente elevata, e la sua semplicità rendono la gestione facile ed economica (ciò che non c'è no si può rompere). Per contro, l'assenza ad esempio del differenziale, la rendono molto nervora e bisogna lavorare sulla regolazione della sospensione posteriore per ottenere una macchina più guidabile (da notare che il differenziale è disponibile come optional: probabilmente sarà il mio prossimo acquisto...). Per certi versi è quindi adatta al principiante (costa poco ed è semplice), ma per andare forte e renderla guidabile, sono necessarie un pò di modifiche non proprio intuitive ad un neofita (personalmente la trovo molto divertente e la guida è molto simile a quella offerta dai modelli elettrici on road di qualche anno fà, quali ad esempio la hyper 10, dai quali riprende lo schema di telaio e sospensioni: per questo motivo ne ho già acquistate 3!) Ciao!
Reply to
Fedevolution
Salve a tutti e finalmente ho scoperto di non essere solo al mondo: anch'io sono sempre stato fin da bambino un fanatico delle buggy 4x4, e dopo averne avute parecchie elettriche seppur giocattoli, mi ero finalmente messo din testa di comprare un modello a scoppio... e mi regalarono una Lancia Delta Mantua. Io che avevo 14 anni e non ne capivo nulla di scoppio, casini, motori, carburatori, e soprattutto montaggi, me la sono fatta montare ed equipaggiare con kit 4x4. Ma l' ostacolo è stato insormontabile: questa cavolo di macchina non ne voleva sapere di andare in moto, e dopo ore di tentativi al massimo facevo 50 metri, insomma, baccano, olio, sporcizia, avviamenti, candele bruciate, e pilotaggio ZERO. Insomma, mi sono arreso. Ora, dopo ben 10 anni, mi sono rimesso in testa di far partire quel creabaccano su 4 ruote, e per iniziare l' ho rimontata completamente, e ora rimangono le ultime spese (candele, pipetta, miscela, radiocomando andato perso, etc..) Ma dopo aver sentito parecchi proprietari di Deltemantua, pure qui nel forum, dichiarare che quel motore e quel carburatore fanno quasi schifo, e che 'sta macchina fa tutto fuorchè farsi guidare, sono di nuovo scettico sulla "resurrezione " della mia!! Per intenderci: spendere 100 -150 euro per riabilitare un modello che poi dà come unica soddisfazione andare in moto, mi sembra ridicolo; meglio allora spenderne 300 e acquistare un Bigfoot Elettrico, SENZA troppi fronzoli o velleità agonistiche (pensavo al Wild Dagger Tamiya 2 motori) , che prendo, metto in terra, accendo e piloto. (tra l' altro da me ci sono le dune). Cosa ne dite??
Ps la carrozzeria della Delta fa schifo, con le 4x4 chiodate le gomme buttano tutta la terra e il fango dentro la meccanica. NON ha senso!!!
Rispondetemi e consigliatemi!!!!!
Reply to
AC
"AC" ha scritto nel messaggio news:bska3t$ukl$ snipped-for-privacy@lacerta.tiscalinet.it...
Uguale Uguale a me!!!! L'unica differenza è che a me la delta è ancora 2WD... (Per il resto anche i 14 anni e i 10 anni dopo sono uguali!)
Pare proprio che sta Mantua non sia piaciuta a nessuno...
Per quanto riguarda la Wild Dagger Tamiya non so proprio cosa consigliare visto che io sono nel tuo stesso problema e ho molti dubbi.... ....stavo pensando di orientarmi addirittura in un "pratico" modello a scoppio 1/10...
Però una parte della Lancia è ancora in me e non vorrei proprio liberarmene...
...magari ci facciamo forza e riprendiamo a far girare (se gira! ;-) la tanto criticata Deltuccia...
Ciao!
JAmes
Reply to
James
"James" ha scritto nel messaggio news:ZjjHb.215810$ snipped-for-privacy@twister2.libero.it...
Secondo me non è questione di scala.. se hai casini con la delta 1:8 potresti averli peggiori con una 1:10 o meno con una 1:5 .. Per conto mio se cambio di sana pianta acquisto elettrico e possibilmente ROBUSTO non voglio casini di motori che dopo 2 giri li devi portare dal tipo di fiducia che per 80 eurs te li "registra"..
Mi associo... basta che funzioni ..!!
Ma almeno tu l' hai fatta girare un pò ? Io neanche quello!!!
Reply to
AkNAVY
"AkNAVY" ha scritto nel messaggio news:bskmsm$7r7$ snipped-for-privacy@lacerta.tiscalinet.it...
Si a me parte (ma mai al primo tentativo!), l'ultima volta ho girato per un po', poi mi succedeva che accelerando tutto da fermo mi si spegneva, pensando fosse un problema di minimo magro o grasso (che tra l'altro mi si spegneva quando acceleravo,sarà troppo magro???) ho cominciato a smanettare un po' con la carburazione e alla fine non è partita più.... ....ma ci riproverò, il fatto è che non so interpretare i "segnali" del motore e quindi quando carburo vado un po' a caso!!!
E se si cambiasse soltanto il motore con uno un po' più affidabile???
Reply to
James
"James" ha scritto nel messaggio news:90nHb.210742$ snipped-for-privacy@twister1.libero.it...
Anche questa è un idea da prendere in considerazione.. ma.. scusa la mia ignoranza: come sede e dimensioni vanno bene tutti i motori 3,5 cc o bisogna adattarli per problemi di spazio etc.. (casini, meccanico, attrezzatura, approssimazione = alla fine peggio di prima) ??
Reply to
AkNAVY
"James" ha scritto nel messaggio news:90nHb.210742$ snipped-for-privacy@twister1.libero.it...
Anche questa è un idea da prendere in considerazione.. ma.. scusa la mia ignoranza: come sede e dimensioni vanno bene tutti i motori 3,5 cc o bisogna adattarli per problemi di spazio etc.. (casini, meccanico, attrezzatura, approssimazione = alla fine peggio di prima) ??
Reply to
AC
"AC" ha scritto nel messaggio news:bslado$hnv$ snipped-for-privacy@lacerta.tiscalinet.it...
Ehm...... c'è qualcuno che lo sa??? :-)
Reply to
James
"AC" ha scritto nel messaggio news:bslado$hnv$ snipped-for-privacy@lacerta.tiscalinet.it...
ehm...... c'è qualcuno che lo sa????? :-)
Reply to
James
che dire: io ho avuto nell ordine: la delta 4wd la tag 4 wd e in ultimo la flash 4wd con 2 thorsen allora la delta e quella cche rimpiango per : primo: avviamento a strappo sul telaio e nn sul motore secondo il mio motore (quello della confezione intendo)nn mi ha dato noie per 5 anni. in tutto sto periodo riocordo di aver cambiato nell ordine: frizione con una a tre ceppi cuscinetto anteriore perche quello suo originale faceva perdere miscela e n paio di testate xke il modello nn aveva sotto testa e dai e dai si spanava. e poi basta invece con gli altri modelli e' stata una carneficina addirittura motore bergonzoni l albero e' durato appena 5 litri(saro stato mooolto sfortunato) e cmq nn ho avuto tutti i problemi di accensione che voi descrivete pero usavo miscela senza nitro e avevo messo il tubicino marmitta-serbatoio per pressurizzarlo. cmq la rimpiango proprio perche nn dovevo portarmi molto dietro avevo solo fatto piccola base per moggiare modello a ruote alzate nella fase di accensione. in ultimo se davvero vuoi riprendere a scoppio passa direttamente all 1/5 Fedevolution ha scritto:
Reply to
stufomiscele
ahhh.. finalmente qualcuno che mi incita a rimettere in piedi la cara Delta .. Però ne converrai con me che la carrozzeria fa ca..re ! Fragilissima, tocca le ruote, e quando le gomme alzano la polvere la carrozzeria la trattiene e tela butta nel motore!!!
"stufomiscele" ha scritto nel messaggio news:bsroge$aiv$ snipped-for-privacy@news.newsland.it...
Reply to
AC
Ciao. In linea di massima vanno bene tutti i motori,cambiando i "supporti" se necessario. Se poi la 2delta,scarica dietro,bisogna prevedere anche la spesa per comprare collettore e marmitta,perchè praticamente tutti i motori hanno lo scarico posteriore. Quel tipo di mantua non è certo il migior ritrovato della tecnica automodellistica, ma montato e regolato bene può far divertire. Il motore che si spegne accelerando può essere scarburato.Però può essere che entri aria da un qualche punto tra carburatore e carter,può esserci il filtro miscela otturato, il tubo miscela screpolato....... Controlla bene tutto,poi fai sapere.. Ciao e buon anno a tutti. "AC" ha scritto nel messaggio news:bska3t$ukl$ snipped-for-privacy@lacerta.tiscalinet.it...
Reply to
click
Non vedo dove sia il vantaggio ad avere l'avviamento separato dal motore: per ora quello della Uno (integrato al motore) non mi ha dato alcun problema, mentre su quello della Delta non era raro ritrovatsi con la cordicella che non veniva riavvolta a causa dello sganciamento della molla.....
Sulla Delta non ho mai cambiato la frizione: è stato uno di quei paricolari che pensavo si usurassero presto (ne ho preso subito una di ricambio ed è ancora imbustata), invece è durato davvero tanto!
In mio motore sputava miscela un pò da tutte le parti fin da subito (da qui derivano i consumi decisamente superiori a quelli dei motori delle Uno che non hanno il minimo trafilamento). La cosa peggiore era la mancanza di una guarnizione tra collettore e motore: da lì usciva di tutto e di più....
non ho registrato questo problema
Mi sà che sei stato fortunato: la Mantua consiglia una manutanzione rigorosa per quel tipo di motore e prevede la sostituzione di un sacco di pezzi dopo poche ore di vita a scopo preventivo. Se non ricordo male, la vita dello spinotto era fissata in 2-3 ore di funzionamento! D'accordo che si tratta di motori spinti, ma mi pare che una vita così breve di alcuni componenti non sia da imputare al fatto che il motore sia dotato di elevate prestazioni, quanto invece al fatto che i materiali impiegati per la costruzione di alcuni particolari siano di scarsa qualità.
Se il motore non ha subito "traumi particolari" quali scarsa lubrificazione, miscela ricca di nitro ecc... la durata mi pare assai limitata: o si tratta di un esemplare sfortunato, o la qualità del materiale e delle lavorazioni è pessima!
Pure io usavo sulla Delta una miscela senza nitro. Inoltre avevo adottato la modifica di pressurizzazione del serbatoio tramite presa in pressione posta sul collettore di scarico (come prescritto peraltro dal manuale Mantua): i risultati furono deludenti e tali da farmi ritornare alla configurazione originale.
Eh, il vantaggio dei modelli con avviamento a strappo...
Belle, ci avevo fatto un pensiero prima di prendere le Uno, ma poi ho rinunciato perchè: - al prezzo del solo telaio di una 1:5, mi compro un bel pò di Uno - la scala grande impone spazi grandi: difficile trovare un piazzale su cui girare senza disturbare nessuno, a meno di non girare in pista... - i ricambi dalle mie parti sono introvabili - il costo della miscela per 1:10 è elevato, ma i consumi non sono così esagerati da incidere significativamente. Dal punto di vista del costo della manutenzione, penso incida di più la sostituzione di alcuni particolari del motore quali ad esempio l'accoppiamento (da fare anche nel cao di mortori 1:5)
Ciao!
Reply to
Fedevolution
Più o meno la stessa cosa che è successa pure a me (auto presa a 14 anni, quando ancora non ne sapevo nulla, acquisto del kit 4x4, poche messe in moto, tanti problemi di carburazione) Solo più tardi ho imparato a carburarla e ho potuto girarci un pò (ogni volta bisogna praticamente cambiare tutte le regolazioni della carburazione: la mia è ipersensibile all'altitudine ed alle condizioni meteo). Ora avrebbe bisogno di: - nuovo accoppiamento - nuovo radiocomando (l'originale è stato usato su altre applicazioni)
Alla fine ho optato per l'acquisto di una Uno Thunder Tiger perchè a 250 euro ti danno tutto (auto, radio, miscela), la macchina ha una carrozzeria più curata e... non è più così rompiballe con la carburazione, ma parte sempre al primo colpo (salvo qualche regolazione marginale della carburazione, ma poca roba fatta solo per ottimizzarne il funzionamento)
Leggendo quanto scritto prima, ti puoi fare un'idea di quale sia la mia opinione sull'opportunità di investire sulla Delta per cercare di farla funzionare decentamente: copra un altro modello di un'altra marca che fai prima!
Che l'elettrico è un'altra cosa! E' vero che non ha problemi di carburazione, ma ne ha altri tra cui il più "noioso" è quello dell'autonomia delle batterie. Con questo non voglio dire che l'elettrico sia peggio dello scoppio (ho corso nell'elettrico per anni e ti assicuro che è divertente eccome!) o viceversa! Dico solo che sono due cose differenti, ognuna con i loro pregi ed i loro difetti.
D'accordissimo sul giudizio della carrozzeria Delta: oltre che essere fragilissima (se non la si tratta più che bene, si spacca in mano!!), è pure poco realistica! Parliamoci chiaro: che cosa ha della vera delta? Solo il nome perchè la forma è parecchio diversa.
Ciao!
Reply to
Fedevolution

Site Timeline

PolyTech Forum website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.