Brushless: consumi e potenze


Volevo dire che un motore da macchinina non può assolutamente essere pagaronato ad un brushless: il brushless è nettamente superiore. Una volta per tutte vorrei dire una cosa: quando si parla di motori elettrici di solito ci si riferisce sempre e soltanto ai motori da macchinina a 3 poli, magneti (più o meno) in ferrite, ecc ecc. Bene, nella scala dei motori elettrici questi sono fra gli ultimi da prendere in considerazione. Prima vengono motori che hanno potenze, rendimenti, affidabilità e costi (in proporzione) da far impallidire qualunque motore da macchinina; parlo di motori tipo Plettenberg, Ultra, Lehner, dei vecchi Keller, Gaist, Astro Flight, ecc ecc. E chi fa elettrico da anni conosce bene questi motori. Bene, ora con l'avvento dei brushless anche questi sono stati quasi abbandonati da che fa volo elettrico o scafi elettrici.

solo lamentele)
Non vorrei fare il guastafeste per qualcuno (c'era un noto politico che diceva:" ... a pensare male si fa peccato, ma il più delle volte ci si indovina...") ma credo che i distributori (non li chiamerei produttori) di motori da macchinina hanno ancora per le mani una gallina dalle uova d'oro che porta loro tornietti, indotti, spazzole, molle, ecc che lasciarsela scappare sarebbe da matti (oh!, anche 120 Euro un motore (per me un "cesso" se paragonati a quelli di cui sopra). E ci meravigliamo che un motore brushless distribuito proprio da una di "quelle" case abbia dei problemi se paragonato agli altri? Un motore per il quale non si vendono più spazzole? molle? indotti? tornietti? che dopo un pò i magneti ti "lasciano"?
L'unica cosa che ho notato è che i brushless hanno una qualche esitazione quando si "spalanca" il gas e lì perdono nettamente rispetto ai motori tradizionali. Per chi si intende un pò di macchina vere "sportivette" la stessa differenza che c'è fra la macchina a carburatori e quella ad inizione, o fra quella aspirata e quella turbo. Il problema di questo ritardo sembra sia risolvibile adeguando la lunghezza dei fili del motore e regolando la frequenza e l'anticipo del regolatore.

Anche e soprattutto all'estero???? Avessi chiesto:"dove li pago di meno..."!!! Ma perchè se trovi un prezzo basso in Italia che fai lo compri lo stesso all'estero??? Per favore non fatemi sentire 'ste frasi esterofile senza motivo!
Ciao, Marco
-------------------------------- Inviato via http://arianna.libero.it/usenet /
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload

da
ho visto raramente su internet quei motori... ma chiapperi costano quanto unn BL! ! ! !

secondo me la gallina sta diventando un pò stitica... almeno da quello che vedo qui in giro, sembra che l'elettrico non lo faccia più nessuno! E allora il brushless non è poi malaccio, perchè ad ogni cambio di tecnologia bisogna ricomprare tutto daccapo e così si vende per un bel pò....

da quel che ho capito (tempo fa ho letto un pò di ng sul'argomento) il problema è legato a peso del modello e rapporto sbagliato, su modelli leggeri e col giusto rapporto il problema è limitato (nullo per i sensored come il novak)

esterofilia? dimmi qualche cosa che costi meno in italia che all'estero, tasse incluse!
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
marco.rc wrote:

Anche secondo me è come dici tu: non c'è interesse a lanciare i brushless (specie nelle gare) perchè le case vivono sui ricambi (spazzole, indotti, torni) e sulla breve durata dei motori a spazzole. Io comunque vorrei buttarmi sui brushless perchè non voglio essere schiavo della manutenzione anche sul modello elettrico (che uso solo per svago).

Estero=Risparmio, da che mondo è mondo :-) Se poi mi dici dove risparmiare anche in Italia sarò lieto di non far uscire dal paese il mio denaro ;-).
Ciao, ReX
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload

ciao concordo con te ma dimentichi un aspetto secondo me fondamentale per le auto: la guidabilità
in prestazione pura, consumi e rendimenti la struttura del brushless ha indubbi vantaggi ma in termini pratici nelle piste che abbiamo in italia per l'elettrico i pochi difetti vengono fuori. curve guidate, S strette, tornanti: tutte situazioni dove lo strappo del brushless è difficile da controllare
david
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
Eros Tanco wrote:

Per quanto riguarda le accoppiate pignoni-corone non c'è problema dato che ho tutte le combinazioni possibili (dai motori stock ai 9 spire), ciò che mi interessa è avere un motore duraturo e performante, anche se mi devo cercare di persona il rapporto migliore.

Quale tra il 4200 e il 5100 è paragonabile al Novak? Sono compresi anche di regolatore?
Ciao e grazie, ReX
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
beh, se la ricerca del rapporto non ti spavent se i già a buon punto!

vado a memori, circa 115 euro i motori della serie basic e altrettanti il regolatore warrior da 60 amp (devi aggiungere qualche euro per il programma car del regolatore)
i lehner sono sensorless, anche il 4200 dovrebbe essere nettamente più performante del novak in termini di prestazioni (non di erogazione dove il novak non può essere battuto). il novak credo eroghi circa 3600 giri per volt (anche se nominalmente ne porta di più) Inoltre i lehnere "dovrebbero" portare fino a 12 celle...
un pò di discussioni le trovi su www.maxxtraxxusa.com nel forum dedicato ai motori (non si parla solo di maxx)
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
Eros Tanco wrote:

Se è sensorless credo non vada bene sugli automodelli perchè senz'altro avrà una erogazione non ottimale, quindi lo devo per forza di cose scartare.

Ci vado subito a fare un giro. ;-)
Ciao, ReX
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
Il Sun, 4 Jul 2004 13:53:56 +0200, hai scritto:

Il problema maggiore dei brushless, secondo me, avendo visto quello del Novak, e' il surriscaldamento che e' dovuto ad un rapporto corona/pignone errato. E' piu' delicato in questo senso. Con i motori tradizionali, si puo' anche esagerare entro certi limiti, tanto poi gli dai una tornita e l'indotto torna come nuovo. Il brushless lo vedo bene in tracciati con poco grip e negli off-road. Nelle piste con grip e' in netto ed evidente svantaggio. Esattamente un anno fa, nella pista' di Ca' De Mandorli (BO), io correvo con un tradizionale 12x2 ed un mio amico col Novak brushless SS: lui era o troppo lungo o troppo corto di rapporto e comunque perdeva nel rettilineo, non nel misto. Invece quest'inverno, in palestra con fondo un pochetto scivoloso, mi ha positivamente impresso. Ma io per il momento non prenderei in considerazione il brushless: i tempi sono ancora troppo prematuri. Ma se avessi un fuoristrada, forse...Ciao.
L'incredibile non l'ho mai fatto. L'impossibile non sono in grado di farlo. I miracoli? Non esistono...
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
Vidal Michele wrote:

Ma un surriscaldamento che conseguenze ha su un brushless? Permanenti?

Io lo devo usare su una touring 1:10 che gira su pista per modelli a scoppio 1:10, 1:8

L'unico motivo per cui l'avevo considerato è perchè con l'elettrico mi voglio divertire senza pensare sempre alla manutenzione (come faccio con lo scoppio), certo le batterie le tratto con i guanti, ma andare a tornire l'indotto e cambiare le spazzole è una vera seccatura, specie perchè sono costretto a girare con motori molto veloci (sotto le 12 spire) dato che la pista è lunga.
ReX
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
Il Mon, 5 Jul 2004 15:28:41 +0200, hai scritto:

Si. Devi cambiare il magnete. Mi ero dimenticato di dire, che nelle prove a BO, e' risultato che non e' vero che le batterie durano di piu'...

Nel brushless devi soltanto pulire/lubrificare i cuscinetti. Se devi competere in piste lughe con altri, io lo scarterei. Ma....Se riesci a montare 7 celle, allora il discorso in termini di prestazionalita' cambia...Ti ricordo che il Novak puo' gerstire 7 celle, ma il tuo telaio deve poterle montare. Non so' come abbia fatto il mio amico a farci stare le 7 celle nella TC3, ma con le 7 celle la macchinina diventa piu' veloce ma anche piu' difficile da gestire fuori dalle curve...Ciao.
L'incredibile non l'ho mai fatto. L'impossibile non sono in grado di farlo. I miracoli? Non esistono...
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
Vidal Michele wrote:

Azz... L'autonomia è risultata uguale o inferiore ai brushed?

7 celle... Io ho pacchi preassemblati da 6 celle, potrei anche farmeli da 7 ma non di certo quelli che ho ora (le celle sono state tutte comparate e hanno alle spalle quale scarica). Volendo 7 celle ce le posso mettere sul telaio (Kyosho TF-4 type R) ma in maniera artigianale, magari faccio il pacco 3 + 4.
Secondo te, non volendo spendere troppo, pur rimenendo sulle prestazione di un 11-12 spire, che motore e che tornio potrei prendere? A quanto pare i brushless non convengono poi così tanto sugli automodelli e a questo punto devo vedere se mi conviene di più prendere un tornio per indotti (magari usato).
Ciao, ReX
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload

di
punto
Rex, proprio perchè insisti nel parlare di divertimento puro e non hai problemi di gare, al tuo posto, non abbandonerei l'idea del brushless. Se alla fine giri anche 1" o 2" più alto del record della pista che ti interessa se hai lasciato alle spalle tutti i problemi di manutenzione ? Non dimentichiamoci poi che un motore brush con il collettore anche un pò sporco non va più finchè non lo pulisci ...!!!
Io da anni uso brushless negli scafi (che hanno già caratteristiche diverse rispetto agli aerei) e le sfide mi piacciono.
Se vuioi scrivimi privatamente e cerchiamo di trovare un brushless adatto ad una 1/10.
Ciao, Marco
-------------------------------- Inviato via http://arianna.libero.it/usenet /
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload

sacrosanto... il vero PLUG AND PLAY per il modellismo... se poi si parla di gare, sarebbe il vero monomarca ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! stesso motore e regolatore per tutti e via....

diverse
beh, gli scafi non soffrono di problemi di cogging, quindi, potendo permetterselo, un brushless è ideale, tra l'altro si puàò andare con i sensorless che sfruttano effettivamente la maggiore potenza
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
marco.rc wrote:

.....
Grazie :-) Mi serve una grande mano perchè non so quali sono i motori e regolatori brushless in circolazione (che vadano bene sugli automodelli) e non saprei neanche dove comprarli. Se vuoi i consigli me li puoi dare anche quì così che siano da aiuto anche per altri che hanno i miei stessi dubbi.
Ciao, ReX
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload

saprei neanche dove comprarli.
1°) Non ho certezza assoluta che quello che ti consiglerei (facendo cmq una ricerca su quello che offre il mercato) sarebbe il motore "giusto" in assoluto; 2°) per darti i consigli su dove comprarli vorrei -se possibile- non usare l'NG...

anche per altri che hanno i miei stessi dubbi.

Beh, puoi sempre aggiornare tu sulle novità.
Ciao, Marco
-------------------------------- Inviato via http://arianna.libero.it/usenet /
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
marco.rc wrote:

D'accordo, ci si sente in privato ;-)
Ciao, ReX
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
Il Mon, 5 Jul 2004 18:47:33 +0200, hai scritto:

Eravamo li'...

...ho avuto anch'io la TF4-R e mi ricordo quanto mi ha fatto dannare per farla andare come volevo, ma sopratutto dove volevo. Proprio sul piu' bello che l'avevo sistemata, avevo trovato da venderla e un po' mi e' dispiaciuto. In compenso mi ha fatto scoprire molte cose sull'assetto. A tal proposito, ti consiglio di equilibrarla/bilanciarla, perche' dovresti avere qualche problemino in frenata...specie nei tracciati con pochissimo grip e non solo...Tornando al tuo problema, leggendo i tuoi post e pensando di aver capito le tue esigenze, allora il brushless te lo consiglio. Se il tuo scopo e' il puro divertivento e/o magari cazzeggiare con la morosa, allora prenditi un brushless senza pensarci. Se vuoi fare un paragone sui prezzi con i 12 spire, vai sul sito di towerhobbies e guarda i prezzi dei Team-Orion PRO 2BB e dei Trinity D6. Sono motori che comunque ti possono durare anche 1-2 stagioni di gare. Per il tornio guarda quello di Team-Cobra, il modello 2000Pro. Sempre li' puoi trovare il brushless di Novak. Cosi', restando sullo stesso sito, hai tutti i prezzi per farti 2 conti. Ciao.
L'incredibile non l'ho mai fatto. L'impossibile non sono in grado di farlo. I miracoli? Non esistono...
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
Vidal Michele wrote:

Se hai 2 minuti di tempo ti racconto invece la mia storia :-)
Ho acquistato la TF4-R + regolatore Novak Dually + Reedy Sonic 13 triplo + 2 pacchi pile NiCd 2400 + una Tamiya TL-01 completa a 100 euro. Tutto il materiale (tranne la TL-01) non aveva mai visto terra ma il ragazzo l'ha svenduto perchè voleva vendere tutto in blocco e non c'era nessun che voleva la Kyosho perchè orami obsoleta per le gare. Io invece ho colto la palla al balzo e ho preso tutto per far iniziare la mia ragazza, prima con la TL e poi con la Kyosho.
Dopo però qualche scarica con la TL mi sono reso conto che è proprio ridicola e quindi abbiamo subito messo mano sulla TF4-R e acquistato 2 pacchi pile GP 3300 schr. La prima uscita in pista è stata disastrosa (prima di fargliela portare volevo metterci un setup di base): con ruote in spugna 37sh avanti e 35sh dietro avevo un modello che non girava e andava in testacoda rilasciando il gas, insomma una vera schifezza. Siamo tornati a casa demoralizzati e ho iniziato a mettere mano a tutto l'assetto per vedere se si poteva cavarci qualcosa. Innanzittutto ho aumentato l'altezza portandola a 6mm dietro e 5 avanti, poi ho messo i grani di finecorsa negativa (in compressione non li prevede come sai già meglio di me) in maniera tale da farla "poggiare" sulle molle e non sugli stessi grani (specie dietro), così da prevedere un po' di corsa negativa quando rilascio il gas ed evitare di far girare il retrotreno per perdita di aderenza. Ho messo come olio degli ammortizzatori il 600. Poi ho indurito molto il differenziale a sfere anteriore, ammorbidito quello posteriore e messo lo scatto centrale, infine ho tornito le ruote anteriori lasciando lo stesso treno della prima uscita in pista. Ritornato in pista ho trovato un modello finalmente più equilibrato e mi è bastato ridurre drasticamente la sterzata (incredibile: sterza perfettamente anche col 45% di sterzata!) per avere proprio ciò che volevo. Così com'è ora è veramente divertente da guidare.
Una cosa che mi da fastidio è che il fondo del telaio si graffia molto: non c'è nulla da fare per preservarlo?
Come potrai facilmente aver capito io sono alle prime armi e non me ne intendo molto di assetto perchè faccio modellismo da settembre scorso e fino ad ora in gara con il modello a scoppio sono sempre stato aiutato da un pilota esperto. Ora però sto cercando di diventare autonomo e in questo anche la Kyosho mi sta aiutando perchè risponde meglio alle modifiche di setup rispetto a tutti i modelli a scoppio che ho provato fin'ora.

Grazie per la dritta, andrò subito a darci un'occhiata. I motori che mi hai consigliato ogni quanto devono essere torniti per durare a lungo? Ogni quanto si cambiano le spazzole?
Ciao, ReX
ps Scusa se ho scritto con i piedi ma sono tornato un po' rintontito da una partita di pallone, se non si capisce cosa ho scritto non ti fare problemi a richiedermelo :-)
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
Il Tue, 6 Jul 2004 22:56:29 +0200, hai scritto:

Mah...a me non hai dato questa impressione, anzi. Oltre a quello che hai fatto, prova e regolare il twik usando gli spessori per le molle anche di diversa misura tra un'ammortizzatore e l'altro. L'attrezzo necessario per tale regolazione lo puoi trovare sul sito di tower: cerca MIP 9020 (tweak-station ?) Dacci un'occhiata e capirai cosa intendo dire, anche se dopo un po' di esperienza, fai la stessa cosa alzando il telaio esattamente dal centro con un cacciavite...Ma ci vuole esperienza, occhio e calma. Molte volte in gara questi fattori mancano, quindi per me e' meglio usare il tweakstation. Per le rigature del telaio, mi ricordo che sfogliando le riviste americane, avevo notato che alcuni vendevano fogli di materiale plastico da mettere sotto. Viene usato spesso nei fuori strada. Piuttosto, smonta tutto, prendi in mano il telaio, la parte bassa intendo, e carteggialo con della carta vetrata finissima, in modo da tirare via tutte le spigolosita' e vedrai che avrai meno problemi, ma questo non evita lo sfregolio dei sassi. Non usare la TF4 nei piazzali!!!: 'sassino di telai in carbonioooo.

Io con un motore ci faccio 2-3 scariche e poi do' una tornita. Le spazzole le cambio quando vedo che il motore non rende come dovrebbe o quando vedo che sul collettore c'e' piu' residuo di spazzola che di rame...Si vede ad occhio, e' difficile da spiegare, ma credimi: si vede. Ma tieni presente che sto' ancora cercando di capire, perche' nelle gare vedo correre gente con dei rapporti follemente lunghi e a me piange il cuore sapere che l'indotto uscira' flambe' dalla cassa... E' difficile per me accettare l'idea che nelle gare non e' importante il fatto che il materiale deve durare, ma che deve solo farti vincere e a qualsiasi ..."costo"...Mah!
L'incredibile non l'ho mai fatto. L'impossibile non sono in grado di farlo. I miracoli? Non esistono...
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload
Vidal Michele wrote:

Grazie ;-) L'NG e i forum sono la mia scuola, sto imparando leggendo e poi provando in pista, ma comunque rimango un grande inesperto: pensa che la settimana scorsa ho fatto la mia prima carburazione in piena autonomia (ero solo in pista) e aiutandomi col termometro ad infrarossi. Per fortuna mi è riuscita bene :-)

Ah... Ho capito cosa intendi!!! L'ho fatto sul modello a scoppio molte volte alzando il centro del telaio con un cacciavite e riscontrando su di un vetro. Mi è capitato di doverlo fare perchè il telaio originale della G4 è fin troppo delicato e sottile quindi non era mai perfettamente piano (anche da nuovo), ora invece l'ho cambiato con quello optional (costosissimo...) e ho risolto. Ad ogni modo continuo a fare questa regolazione perchè la pista dove giro ha un curvone velocissimo quindi consumo sempre la ruota posteriore dx più di quella sinistra e mi trovo a dover regolare il bilanciamento a fine giornata (l'ideale sarebbe usare la ruota dx 2 punti più dura di quella sx, ma non c'ho ancora provato).
Non c'avevo pensato a fare la stessa regolazione anche sull'elettrico!

Noi giriamo solo in pista ma la mia ragazza sta imparando quindi sta un buon 50% del tempo suoi cordoli e fuori dall'asfato (se mi legge... :-D), quindi ti lascio immaginare come stia piangendo il fondo del telaio :-))))
Se ho tempo e voglia smusso gli angoli così come mi consigli!

Io pensavo di tornire a fine giornata (quindi dopo 4-6 scariche), è troppo?

Ok, mi fido che si vede :-)

Concordo con te: in tutte le gare a cui ho partecipato ho sempre trovato gente che pur di vincere spompava motori nuovi, persino ancora da rodare! Io invece cerco sempre di contenere le spese e dato che sono studente universitario ho un budget limitato (ma anche se avessi i soldi non spenderei i milioni in motori e ricambi): l'ultimo motore che ho preso è un Rossi Pixy Gold che ora stanno svendendo perchè la Rossi sta aggiornando gamma e nome del marchio. Ho pagato 150 euro per motore e scarico e mi sta dando grandi soddisfazioni (duraturo e molto veloce). Se però vieni a farti un giro in pista trovi gente che ha motori che costano anche 4 volte il mio e che li usa per 1 o 2 gare al massimo!!! Pazzesco! (Se mi dicessero dove li buttano li andrei a prendere!!! :-))
Ciao, ReX
Add pictures here
<% if( /^image/.test(type) ){ %>
<% } %>
<%-name%>
Add image file
Upload

Polytechforum.com is a website by engineers for engineers. It is not affiliated with any of manufacturers or vendors discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.